Classificazione della vulnerabilità sismica dei fabbricati: gli atti del convegno ISI

31/10/2016 6817
Durante il SAIE 2016, ISI, da sempre impegnata nella diffusione della cultura antisismica, ha organizzato un convegno su uno dei temi più caldi, purtroppo, di questo periodo ossia sulla classificazione della vulnerabilità sismica dei fabbricati.
 
Sin dal 2012 Ingegneria Sismica Italiana si è interessata al tema della classificazione sismica degli edifici riconoscendo la necessità di premiare con le detrazioni gli interventi di miglioramento più efficaci e ben progettati, garantendo al contempo l’esigenza degli utenti dei fabbricati di poter individuare con rapidità la vulnerabilità sismica espressa in classi di appartenenza, utile quando ci si avvii ad una compravendita o locazione, o per una ristrutturazione, per una provvisionale e speditiva valutazione del rischio sismico.
 
 
Il convegno tenutosi nella giornata dello scorso 21 ottobre ha visto una grande partecipazione e un grande interesse da parte dei tecnici per questo sia sul sito dell’ISI sia di seguito è possibile scaricare gli atti del Convegno.
 
Ing. Luca Ferrari, Presidente ISI Associazione Ingegneria Sismica Italiana
 
Ing. Pietro Baratono, Coordinatore del Gruppo di Studio per la proposizione di uno o più documenti normativi per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni, finalizzata all'incentivazione fiscale di interventi per la riduzione dello stesso rischio
 
Sig. Franco Daniele, Coordinatore Sezione Tecnologie Antisismiche ISI
 
La classificazione sismica nel panorama internazionale. Prospettive ed opportunità per operare in Italia con procedure già diffuse oltre oceano
Ing. Paolo Segala, Coordinatore Sezione Software ISI 
 
Ing. Andrea Barocci, Coordinatore Sezione Norme, Certificazioni e Controlli in Cantiere ISI