Urbanpromo Progetto Paese: Rigenerazione urbana e smart city al centro della prima giornata

08/11/2016 2725

Rigenerazione urbana e smart city al centro della prima giornata di Urbanpromo Progetto Paese, l'evento organizzato dall'Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit in programma fino a venerdì 11 novembre alla Triennale di Milano.
Tra le iniziative presentate nell'ambito della rigenerazione urbana, il progetto di Enel "Future - E": il piano di riconversione dei siti di 23 impianti dal Nord al Sud del nostro Paese. Da Trino fino ad Augusta passando per Piombino, Livorno, Bari e Rossano. Si punta sul coinvolgimento del territorio e degli stakeholder, sulla sostenibilità degli approcci e su usi diversi da quello energetico, come il data center, l'autodromo, il villaggio dello sport. Differente lo stato di avanzamento dei progetti. A Porto Marghera (divenuta polo logistico) e ad Assemini si è arrivati alla conclusione. Ad Alessandria  è terminato il concorso di idee con la scelta di tre possibili funzioni quali quella di parco a tema dedicato agli sport estremi, di polo agricolo di eccellenza e di polo sanitario. A Rossano è attesa entro la fine dell'anno la riunione della commissione giudicatrice (parteciperanno anche il Politecnico di Milano e l'Università della Calabria) per la scelta del progetto, a Montalto di Castro, Porto Tolle e Trino la ricezione delle proposte è attesa per l'anno prossimo, a Bastardo, Campomarino, Bari e Portoscuso si è alle fasi iniziali della procedura.

A Urbanpromo il gruppo A2A ha presentato le sue applicazioni per le smart city. Marco Moretti, Chief Information Officer, spiega: "Presentiamo la nostra vision per le città digitali del futuro, basata  sulla multiutility che la città la scalda, la pulisce, la illumina. Molti servizi verranno erogati dagli stakeholder territoriali e dai Comuni: informazioni, sensori e servizi innovativi per le del 2020. Un esempio è lo Smart Bin: siamo riusciti a rendere intelligenti i cestini dei rifiuti delle città, misurano in tempo reale il riempimento. Il sistema è brevettato dal Gruppo A2A, verrà installato nella città di Milano e speriamo anche all'estero".

Sempre sul versante della smart city, un altro importante incontro oggi a Urbanpromo è stato dedicato alla rinascita del centro storico dell'Aquila in modalità tecnologica e innovativa. Cuore di questo approccio è la realizzazione dello smart tunnel sotterraneo nel centro storico in cui passeranno tutti i principali servizi per la città ed il cittadino come acqua, luce, comunicazioni, fibra ottica. Americo Di Benedetto è presidente della Gran Sasso Acqua, soggetto attuatore dell'opera: "La prima innovazione è stata l'intuizione ovvero la volontà di realizzare in una città storica qualcosa di tecnologicamente all'avanguardia. C'è una grande prospettiva per la nostra città dal punto di vista dell'originalità, la gestione di questa struttura permette di razionalizzare la struttura dei sottoservizi in un centro storico di grande pregio artistico, che potrà essere utilizzato per impegni e funzioni collocati di solito al di fuori o ai margini delle città".