Edilizia scolastica: in arrivo altri 530 milioni di mutui BEI

23/11/2016 2032

Il finanziamento di edilizia scolastica per il 2017, frutto dell'accordo tra MIUR, BEI e CDP, coprirà ristrutturazione, messa in sicurezza, adeguamento antisismico, efficientamento energetico e costruzione di nuovi edifici scolastici. Le risorse sono erogate a Comuni, Province e Città Metropolitane

Prosegue, l'ammodernamento e la messa in sicurezza delle scuole italiane. Per il 2017 - e oltre - sono previsti infatti ulteriori finanziamenti, sotto forma di mutui BEI, per un totale di 530 milioni, che si aggiungono ai 940 già destinati nel 2015. Il protocollo d'intesa è stato firmato ieri mattina a Roma dal premier Renzi, il Ministro del MIUR Stefania Giannini e, per la BEI, il Vice-Presidente Dario Scannapieco, oltre a Fabio Gallia, amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), che canalizzerà i fondi BEI agli enti locali.

Il finanziamento di edilizia scolastica per il 2017 coprirà ristrutturazione, messa in sicurezza, adeguamento antisismico, efficientamento energetico e costruzione di nuovi edifici scolastici. Le risorse sono erogate a comuni, province e città metropolitane, in base a graduatorie di priorità predisposte dalle regioni. Gli oneri di ammortamento saranno a carico dello Stato e, grazie a nuove modalità di erogazione, i beneficiari potranno utilizzare le risorse senza impatti sul proprio patto di stabilità interno.

I nuovi finanziamenti vanno a sommarsi agli interventi passati che ammontano ad uno stanziamento di 2,5 miliardi in 8 anni.