Barriere architettoniche: ecco le linee guida UNI

02/12/2016 2587

UNI: pubblicata la prassi di riferimento per la riprogettazione del costruito in ottica Universal design e per l'abbatimento delle barriere architettoniche

Una norma universale per l’eliminazione delle barriere architettoniche e la riprogettazione del costruito basandosi sull'approccio metodologico Universal design. E' la norma UNI/PdR 24/2016, il primo documento normativo sul tema che fornisce una serie di principi guida e indicazioni tecniche sull’accessibilità.

L’accessibilità universale della nuova norma si basa su:

  • analisi del contesto;?
  • metodica per il rilevamento delle criticità (con criteri per individuare le barriere architettoniche e sensoriali);?
  • analisi delle scelte di progetto con attenzione al budget per gli interventi.

Nella norma vengono anche descritte alcune possibili soluzioni tecniche per risolvere le criticità riscontrabili con maggior frequenza negli interventi di abbattimento delle barriere, con indicazione delle norme da applicare e delle buone pratiche messe in atto.

La norma si può applicare agli spazi urbani, agli edifici pubblici scolastici, alle strutture per il tempo libero (impianti sportivi, teatri, chiese) e mira ad elevare la qualità della vita del cittadino aumentando l’inclusione e la libera fruizione, da parte di chiunque, ai luoghi del vivere comune.