Collaborazione tra ANCE e CONSIP per un mercato elettronico dei lavori della PA

Ance, Associazione nazionale costruttori edili, e Consip, la centrale di committenza nazionale per gli acquisti della Pa, hanno avviato il 20 dicembre una collaborazione per favorire l’accesso delle imprese di costruzione al mercato elettronico dei lavori della pubblica amministrazione. A tal fine, l’Ance, avvalendosi del proprio sistema territoriale, potrà svolgere il ruolo di coordinamento per lo sviluppo del servizio già attivo, segnalando eventuali criticità e suggerendo spunti per migliorarne l’efficienza.
 
Tale collaborazione punta dunque a valorizzare e implementare il progetto Sportelli in Rete, avviato da Consip, e operativo in alcune associazioni territoriali del sistema Ance. Tale progetto prevede, infatti, l’attivazione di sportelli a supporto delle imprese presso le associazioni presenti sul territorio, per fornire assistenza concreta alle aziende per l’accesso al mercato elettronico.
 
Il lancio dei bandi del Mercato elettronico per i lavori di manutenzione – dichiara l’Amministratore delegato di Consip, Luigi Marroni – ha segnato un’importante evoluzione del ruolo di Consip. È un’iniziativa in cui crediamo molto, perché consente alle Amministrazioni di usufruire anche in questo settore dei vantaggi - in termini di semplificazione, rapidità e trasparenza - che derivano dall’utilizzo di uno strumento totalmente telematico. La collaborazione con Ance è fondamentale per consentire a Consip di offrire al mercato e alle amministrazioni un servizio sempre più efficiente”.
 
 “Il percorso che stiamo avviando oggi – dichiara il presidente Ance, Gabriele Buia – candida l’Ance come interlocutore privilegiato di Consip nell’individuare e rimuovere gli ostacoli che possono rallentare l’accesso delle imprese di costruzione al mercato telematico dei lavori.” In questo senso, “l’auspicio è che, attraverso la collaborazione con Consip, si possa, inoltre, favorire l’utilizzo sistemi di gara veloci, trasparenti, tracciabili e al riparo  da fenomeni collusivi.