CAM: i laterizi Wienerberger conformi alle richieste del Ministero dell'Ambiente

30/06/2020 3199

L’introduzione obbligatoria dei CAM negli Appalti Pubblici ha incentivato la produzione di prodotti/servizi a basso impatto ambientale. I laterizi Wienerberger sono conformi alle richieste del Ministero dell’Ambiente e possiedono la certificazione volontaria di prodotto EPD.

wienerberger_laterizio_sostenibilita.jpg

Criteri Ambientali Minimi (CAM): cosa sono e a cosa servono

L’inclusione di criteri ambientali nel processo di acquisto delle pubbliche amministrazioni ha permesso di incentivare la produzione di prodotti/servizi a basso impatto grazie all’introduzione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) negli Appalti Pubblici.

L’applicazione sistematica ed omogenea dei CAM vuole portare ad una diffusione di tecnologie ambientali e di prodotti attenti alla sostenibilità, producendo un effetto leva sul mercato e inducendo tutti gli attori coinvolti nel processo edilizio ad adeguarsi alle nuove richieste della pubblica amministrazione.

L’efficacia dei CAM in Italia è assicurata in primo luogo dall’art. 18 della L. 221/2015 e, successivamente, dall’art. 34, recante “Criteri di sostenibilità energetica e ambientale”, contenuto nel D.lgs. 50/2016 “Codice degli appalti” (modificato dal D.lgs 56/2017). Le stazioni appaltanti sono così obbligate:

  • all’acquisto di beni, lavori e servizi che rientrano nelle categorie definite dal “Piano d'azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione" (PAN GPP),
  • l’inserimento all’interno dei bandi delle specifiche tecniche e delle clausole individuate dai CAM, a prescindere dal valore dell’importo.

L'incentivo all’uso di materiali che rispondono ai requisiti CAM arriva anche dal settore privato. Infatti, per poter beneficiare del Superbonus 110% introdotto con il Decreto Rilancio è necessario certificare l’utilizzo di materiali corrispondenti ai requisiti CAM.

La strada green verso cui punta il mercato dell’edilizia è ormai chiara e definita.

Il contenuto di riciclato previsto dai CAM e i vantaggi dell’EPD

Per i componenti edilizi, le quote di materiali da riciclare, la gestione del cantiere e i criteri da seguire nelle demolizioni e negli scavi, si dovranno seguire le specifiche tecniche illustrate dal Ministero dell’Ambiente nel DM 259/2017 relativo ai CAM.
 
wienerberger_certificazione-epd.JPGIl paragrafo 2.4.2.2. impone l’uso di laterizi per muratura e solai che abbiano come requisito minimo “un contenuto di materiale riciclato (secco) di almeno il 10% sul peso del prodotto”.

Per fornire una valutazione ed una verifica completa sugli impatti dei propri prodotti nell’ambito dei CAM, Wienerberger ha deciso di dotarsi della Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD)*.

Questa Etichetta Ambientale di tipo III, è una certificazione volontaria che contiene le informazioni relative alla prestazione ambientale dell’intero ciclo di vita dei laterizi Wienerberger. Definita dalla UNI EN ISO 14025, fornisce dati oggettivi e comparabili sull'impatto ambientale del prodotto a 360°, per la massima trasparenza. 

Per ulteriori informazioni contatta il nostro staff tecnico su serviziotecnico@wienerberger.com.

*Numero di certificato: ICMQ – 20117EPD, Numero di registrazione: EPDITALY0107, Data di rilascio: 21/05/2020, Valida fino al: 20/05/2025, UN CPC 37

>>> Per maggiori info visita il sito di Wienerberger

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su