Il cappotto sismico: sicurezza sismica ed efficienza energetica in un’unica soluzione

Ecosism 07/03/2017 6847
Dall’8 all’11 marzo Ecosism s.r.l. presenta al MADE Expo l’innovativa soluzione al problema sismico ed energetico degli edifici italiani esistenti.
 
L’azienda Ecosism s.r.l, socio sostenitore ISI (Ass. Ingegneria Sismica Italiana) da diversi anni, presenta il suo ultimo brevetto denominato Cappotto Sismico, tale soluzione rappresenta un intervento combinato in grado di consentire la messa in sicurezza sismica e l'efficientamento energetico degli edifici esistenti, secondo le normative vigenti.
Analizzando il patrimonio immobiliare nazionale emergono due grandi criticità proprie degli edifici esistenti: la scarsa efficienza energetica dell’involucro edilizio e l’elevata vulnerabilità sismica.  
La soluzione proposta e brevettata da Ecosism srl prevede un unico intervento finalizzato a migliorare/adeguare il comportamento dell’edificio sia in termini di efficienza energetica che i termini di sicurezza sismica. 
 
Il Cappotto Sismico, come si denota dal nome, è applicato all’esterno del fabbricato per realizzare una nuova “pelle” che combina una parte strutturale resistente al sisma in calcestruzzo armato, e una parte in materiale isolante per incrementare le proprietà termiche delle pareti. L’idea alla base del brevetto è di porre l’accento sull’urgente necessità di mettere in sicurezza il patrimonio edilizio italiano abbinandolo alla costante ricerca dell’efficientamento energetico.
 
Inoltre, data la vastità del patrimonio edilizio e le risorse ridotte, la ricerca di soluzioni che massimizzano il rapporto benefici/costi è indispensabile. La soluzione proposta va in questa direzione offrendo all’utente un’alternativa concreta ed economica, capace di minimizzare i costi accessori ed i tempi di intervento.
 
Il brevetto è stato concepito e sviluppato in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova nell’ambito di un progetto di ricerca cofinanziato dalla Regione Veneto e dal Fondo Sociale Europeo 2014-2020.
 
Il Cappotto Sismico è costituito da una lastra sottile in calcestruzzo armato gettato in opera all’interno di due strati di materiale isolante ed è collegato alla struttura esistente a livello dei cordoli di piano per garantire la collaborazione del sistema di rinforzo con il fabbricato. Grazie all’uso della maglia in acciaio zincato caratteristica di Ecosism®, il sistema viene fornito con l’isolante già pre-assemblato e con tutte le guide per la corretta posa in opera delle armature strutturali. Sarà necessario inserire le barre di armatura ed eseguire il getto per ottenere il sistema completo. Il sistema Cappotto Sismico prevede la realizzazione di nervature per migliorare il comportamento a flessione della lastra e ridurre il rischio di instabilità fuori piano. All’esterno è possibile realizzare uno strato di intonaco tradizionale, grazie alla conformazione della maglia metallica che realizza una rete porta intonaco sulla faccia esterna, che garantisce la solidità della finitura e la protezione del materiale isolante nei confronti di urti ed eventi metereologici.
 
<<Alla luce dei recenti eventi sismici del Centro Italia e non dimenticando quanto successo in Emilia ed in Abruzzo, abbiamo voluto concentrarci sulla ricerca di una soluzione che pensasse in primo luogo alla messa in sicurezza degli edifici senza però dimenticarci della loro efficienza energetica – dichiara il presidente di Ecosism Marco Manganello – come azienda crediamo nella sicurezza prima di tutto. Il nostro costante impegno nella ricerca ci ha portato a sviluppare il Cappotto Sismico, un brevetto efficace ed economico, accessibile a tutti che possa avere una rilevante valenza sociale per tutti quegli edifici, ad esempio scuole, che ad oggi risultano essere estremamente vulnerabili all’azione sismica>>.
 
Il Cappotto Sismico può essere progettato per diversi livelli di incremento delle prestazioni sismiche ed energetiche, in funzione degli spessori e dei materiali utilizzati. Adottando materiali quali la lana di roccia sulla faccia esterna del pacchetto si può anche intervenire sulla reazione al fuoco dell’edificio.