Centro Nazionale Terremoti: l'INGV migliora il servizio di localizzazione

29/03/2017 1968

Localizzazione dei terremoti: interessante implementazione del sito da parte di INGV. Migliorata l'informazione sulla localizzazione degli eventi sismici, il loro tempo origine e l'evoluzione del calcolo a cui è soggetta la magnitudo

Migliora sensibilmente, il servizio offerto da INGV (Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologica) sul sito del Centro Nazionale Terremoti: da oggi è infatti online un aggiornamento che migliora la localizzazione dei terremoti, fornendo al pubblico un'informazione di immediata comprensione non solo della localizzazione degli eventi ma anche del loro tempo di origine e dell'evoluzione del calcolo a cui è soggetta la magnitudo.

Ecco le modifiche impelementate nella lista degli degli eventi sismici, localizzati dalla Rete Sismica Nazionale (RSN) dell’INGV:

  • inserimento del nome del Comune (Municipio) più vicino all’epicentro e la sigla della Provincia, oltre che l’informazione della posizione relativa del terremoto rispetto al Comune (esempio: 3 km SW Accumoli, RI);
  • visualizzazione predefinita dell’ora italiana per il tempo origine del terremoto con la possibilità di alternarla con l’ora internazionale (UTC);
  • indicazione del tipo di magnitudo calcolata per ciascun terremoto (Ml, Mw, Md) in modo da rendere possibile associare, laddove si rendesse necessario, un eventuale cambiamento legato a un nuovo calcolo.

In questa prima fase le modifiche descritte saranno attive esclusivamente sul sito della lista terremoti del CNT (http://cnt.rm.ingv.it/); in futuro si procederà a omogeneizzare queste nuove modalità di informazione degli eventi sismici su tutti gli altri canali della piattaforma INGVterremoti (Twitter, Facebook, App IOS e Android).