Tariffe minime professionali: il Governo verso la reintroduzione

16/06/2017 11449

Tariffe minime professionali: il Governo, durante la discussione in Senato del Jobs Act sul lavoro autonomo poi approvato e pubblicato in GU, ha accolto ha accolto un ordine del giorno del relatore Maurizio Sacconi per il ripristino delle tariffe delle professioni ordinistiche

Si va verso la reintroduzione dei minimi tariffari. Questo, almeno, è quanto emerge dopo la notizia dell'accoglimento, da parte del Governo in sede di discussione in Senato del 'poi approvato' Jobs Act Autonomi, di un ordine del giorno proposto da Maurizio Sacconi sul tema.

Di fatto, l'Esecutivo si è impegnato a reintrodurre, sulla base delle necessarie consultazioni, tariffe minime nei casi di conferimento di incarichi a professionisti iscritti agli Ordini e Collegi e ad adottare standard prestazionali minimi con i relativi parametri di costo.

Letteralmente, si va verso la reintroduzione, "sulla base delle necessarie consultazioni", delle "tariffe minime nei casi di conferimento di incarichi a professionisti iscritti agli Ordini e Collegi e, allo scopo di fornire alla committenza strumenti di orientamento e di supporto nel negoziato con tutte le professioni, ad adottare standard prestazionali minimi con i relativi parametri di costo, in coerenza con la pertinente normativa dell'Unione europea".