Primo concorso di progettazione per MilanoSesto - realizzazione residenze convenzionate:il bando

Redazione INGENIO 10/07/2017 1818

Lanciato da Milanosesto un concorso su scala nazionale, con la partnership del Consiglio nazionale degli architetti, per disegnare il primo edificio di edilizia residenziale



È stato pubblicato venerdì scorso, rispettando i tempi, il primo bando di concorso privato per residenze convenzionate promosso da Milano Sesto, la Spa che gestisce la maxi-trasformazione delle aree ex Falck di Sesto San Giovanni. Il bando di gara, attraverso cui Milanosesto intende coinvolgere le diverse professionalità dell'architettura italiana nel più grande progetto di riqualificazione di aree industriali dismesse, ha lo scopo di individuare la miglior proposta progettuale per la realizzazione di un edificio di edilizia residenziale convenzionata. La struttura a più piani avrà una superficie complessiva di circa 13.500 metri quadri cui si aggiungeranno oltre 5.000 metri quadri di parcheggi interrati, e sarà inserita all'interno di Milanosesto, il nuovo quartiere di Sesto San Giovanni che sarà realizzato secondo il masterplan tracciato da Renzo Piano Building Workshop.
La procedura scelta per la gara è quella del concorso a due fasi che ha il fine di individuare il progetto migliore per poi affidare al suo autore - per un importo complessivo di 950 mila euro - l’incarico per le successive fasi progettuali architettoniche, strutturali ed impiantistiche, nonché la direzione artistica dell’opera. Durante la prima fase saranno selezionate 15 proposte ideative, di cui le migliori cinque saranno ammesse alla seconda fase.

Per la realizzazione dell’immobile Milanosesto investirà oltre 19 milioni di euro.
Per la scelta delle migliori proposte ideative e del progetto vincitore è stata nominata una giuria ad hoc composta da figure di spicco del mondo dell'architettura nazionale ed internazionale. La giuria, presieduta da Davide Bizzi sarà composta da: Alberto Ferlenga - Rettore Università IUAV di Venezia, David Lorente Ibáñez - Architetto co-fondatore studio HARQUITECTES, Gianluca Peluffo - Architetto fondatore 5+1 AA architectures, Susanna Scarabicchi - Architetto fondatrice studio Tectoo.
Nella prima fase, la scelta delle 15 proposte ideative, di cui le prime 5 (cinque) da ammettere al secondo grado del Concorso, avverrà sulla base dei seguenti criteri di valutazione e dei relativi punteggi:

  • qualità dell’inserimento della proposta ideativa nel contesto urbano e ambientale del compendio immobiliare “Aree ex Falck e Scalo Ferroviario”, valutato sia in base alla capacità di organizzare gli spazi esterni, sia sotto il profilo di coerenza, integrazione e armonizzazione della proposta progettualecon il contesto indicato come riferimento fino a 25 punti
  • qualità e novità delle soluzioni architettoniche, anche in riferimento alla relazione tra ambiente esterno e interno, alla qualità d’uso e funzionalità, efficienza e qualità delle superfici lorde e nette fino a 30 punti;
  • accessibilità, fruibilità e sicurezza della struttura e dei suoi diversi ambienti: soluzioni innovative per il superamento delle barriere architettoniche coerenti con l’insieme architettonico fino a 20 punti;
  • qualità delle soluzioni tecniche, tecnologiche e scelta dei materiali in riferimento al benessere degli occupanti: scelte per l’efficienza energetica, la qualità dell’aria, la luce e l’acustica fino a 25 punti.

Nella seconda fase, la valutazione dei 5 progetti partecipanti al secondo grado del Concorso, avverrà sulla base dei seguenti criteri di valutazione e relativi punteggi:

  • qualità architettonica e rispetto delle indicazioni e previsioni dell’ente banditore: valutazione del progetto in considerazione degli spazi interni ed esterni previsti sotto il profilo della ricerca, dell’innovazione tecnologica e del design, della distribuzione e composizione architettonica generale e di dettaglio, dell’utilizzo di materiali ecocompatibili, dell’ecosostenibilità e del carattere estetico, la manutenibilità fino a 40 punti;
  • caratteristiche tecnologiche innovative fino a 20 punti;
  • qualità dell’inserimento ambientale e paesaggistico fino a 20 punti;
  • sostenibilità economica: coerenza tra i costi ipotizzati, comunque rispettosi dei costi standard dell’edilizia convenzionata e del budget previsto, le soluzioni progettuali e la qualità architettonica, ottimizzazione del budget di costruzione fino a 20 punti.

Le principali tempistiche, successive alla pubblicazione del bando, della prima fase del concorso sono le seguenti:

  • 30 settembre 2017 Termine ultimo per la presentazione delle proposte progettuali
  • 15 ottobre 2017 Prima seduta pubblica della giuria
  • 27 ottobre 2017 Proclamazione dei vincitori della prima fase

I principali step della seconda fase sono previsti nelle seguenti date:

  • 1 dicembre 2017 Avvio della seconda fase del concorso
  • 28 febbraio 2018 Chiusura del periodo di ricezione dei progetti
  • 15 marzo 2018 Prima riunione pubblica della Giuria
  • 31 marzo 2018 Pubblicazione della graduatoria finale

La cerimonia di premiazione e l'inaugurazione della mostra dei 15 migliori progetti saranno organizzati entro la fine di maggio 2018.

In allegato il testo integrale del bando di gara

fonte www.lavoripubblici.it