Cartografia sismica e geologica d'Italia: via ai lavori in Senato

22/09/2017 1356

Lavori parlamentari: iniziato l'esame del ddl Misure urgenti per il completamento della cartografia geologica d'Italia e della microzonazione sismica su tutto il territorio nazionale

E’ cominciato nei giorni scorsi, in Commissione Ambiente al Senato con l’audizione del presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Carlo Doglioni, l’esame del disegno di legge DDL 2734, “Misure urgenti per il completamento della cartografia geologica d’Italia e della microzonazione sismica su tutto il territorio nazionale”.

Il DDL intende operare in merito alla prevenzione e alla salvaguardia del territorio nazionale, duramente colpito dagli eventi sismici che hanno interessato recentemente le regioni Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio, ma che hanno da sempre colpito l’intero territorio nazionale.

Il DDL prevede lo stanziamento di 22 milioni di euro annui dal 2017 al 2019 per e di 10 dal 2020 per il completamento della Carta geologica italiana e di 15 milioni per il 2017 nel Fondo per la prevenzione del rischio sismico.

La prima firmataria del testo, Fabiola Antinori (Centristi per l'Europa) ha spiegato la cartografia "rappresenta un elemento ineludibile per un Paese come l’Italia che dal punto di vista geologico e’ ad alto rischio. Prevenire non significa soltanto costruire edifici a norma, ma soprattutto vuol dire conoscere il proprio territorio e dove si costruisce. E questo e’ possibile soltanto portando a termine la Carta geologica nazionale e la Microzonazione sismica, attesa da troppo tempo e dalla quale poi discendono e fanno riferimento tutte le altre carte tematiche".