Ora il BIM è facile ed è per tutti

04/10/2017 2262
Ogni novità porta con se incertezze e timori e l’introduzione del BIM nel mondo delle costruzioni non si sottrae a questa regola.
Ci chiediamo se affidarci a questa nuova tecnologia non sia troppo complicato o costoso, se comporti tanto tempo per aggiornarci.
La verità è che l’adozione del BIM è un dato di fatto incontrovertibile e rimanere legati a vecchie pratiche e metodologie tradizionali rischia solo di rendere il nostro lavoro obsoleto.
 
Un contributo alla sfida professionale rappresentata dalla “rivoluzione del BIM” viene da ACCA, azienda leader nel software per l’edilizia e prima azienda italiana ad aver sviluppato un software BIM Authoring certificato IFC Building Smart.
Al prossimo DIGITAL&BIM di Bologna la software house irpina presenta un’intera gamma di prodotti progettati e realizzati proprio allo scopo di accompagnare i tecnici al passaggio “soft” alla tecnologia BIM.
 
È la prima volta che un’unica azienda propone una gamma di software BIM integrati proprietari così ampia, ideata per affiancare il tecnico in ogni fase della progettazione.
 
Accanto ad Edificius, diventato ormai un software di riferimento internazionale per la progettazione architettonica BIM, ACCA lancia le versioni BIM di PriMus, CerTus, EdiLus, e TerMus, i programmi che già centinaia di migliaia di tecnici italiani usano per il computo e la contabilità lavori, la sicurezza, il calcolo strutturale, l’analisi energetica.
In anteprima viene presentato anche usBIM, il primo sistema visuale per il BIM management, un sistema integrato di piattaforme, plug-in e software per creare e gestire il modello BIM completamente con formati aperti (IFC, PDF, Xml, ecc.) e direttamente on line in soluzione cloud
Il passaggio al BIM è curato da ACCA nei minimi dettagli.
 
Per favorire un’adozione facile e non invasiva della tecnologia BIM, l’azienda ha studiato un percorso di transizione che rispetti appieno i propri clienti: BIM easy way.
BIM easy way identifica i software consegnati ai clienti in due versioni: un software con tecnologia classica ed uno con tecnologia innovativa BIM.
In pratica il tecnico compra 1 software e ne ottiene 2: in questo modo potrà usare il software che preferisce e sperimentare anche gradualmente il passaggio alla tecnologia BIM.
 
ACCA è attivamente impegnata anche nella divulgazione delle tematiche legate al BIM e alla digitalizzazione del settore delle costruzioni.
Al DIGITAL&BIM Italia è previsto un programma di seminari gratuiti (con CFP) dedicati al BIM e all’aggiornamento professionale dei tecnici.
I temi trattati sono quelli che maggiormente interessano i professionisti nella loro attività quotidiana, ed offrono una visione sintetica ed operativa del processo di progettazione BIM con riferimento alle normative tecniche e alla legislazione vigente:
  • Il BIM in pratica: cos’è e come si lavora.
  • Il BIM nella redazione del computo metrico, della sicurezza cantieri, del crono programma, della manutenzione e della direzione dei lavori.
  • Il BIM nella progettazione architettonica dell’edificio e nella fase di presentazione del progetto dalla consegna della pratica alla P.A. alle tecnologie di rendering real time e realtà virtuale (VR).
  • Il BIM nella definizione delle prestazioni energetiche dell’edificio con calcolo stazionario o con calcolo dinamico.
Ai tecnici che visiteranno il settore ACCA sarà distribuita gratuitamente la "Guida al BIM, la rivoluzione digitale dell’edilizia", un libro utile e pratico rivolto a tutti, sia a chi si affaccia per la prima volta al mondo del BIM sia a coloro che sono già esperti, e che illustra cos’è il BIM, come utilizzarlo e quali sono i vantaggi che ne derivano.
I visitatori potranno inoltre ritirare il DVD con freeware, le ‘Guide di BibLus’ ed i ‘Prezzari d’Italia’ ed usufruire di particolari offerte commerciali riservate a questo evento.
 
ACCA è presente al DIGITAL&BIM
Bologna, 19-20 ottobre 2017 - Pad.33 settore ACCA
 

Maggiori informazioni su ACCA al DIGITAL&BIM Italia