Ecobonus: tutto sulla corretta presentazione degli atti

06/10/2017 3695

Ecobonus: entro il 31 ottobre si può modificare la documentazione già inviata all'Enea. Tutte le indicazioni nel vademecum aggiornato al 4 ottobre e tutti i documenti da conservare per eventuali controlli

Per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici terminati nel 2016, è possibile apportare entro il 31 ottobre 2017 modifiche alla documentazione tecnica già inviata all'Enea.

La precisazione l'ha data direttamente il portale efficienzaenergetica.acs.enea.it con un avviso agli utenti nel quale precisa che "sulla base del D.P.C.M. del 26.07.2017, per gli interventi ultimati nel 2016 è possibile, se necessario, apportare modifiche alla propria documentazione tecnica entro il 31 ottobre 2017. Entro la stessa data e in virtù del medesimo provvedimento, per gli interventi ultimati nel 2016 e non comunicati in tempo utile, è possibile inviare all'Enea la documentazione tecnica richiesta, previo pagamento della sanzione dovuta".

Ricordiamo, in merito, che il portale ENEA è attivo per l'invio della documentazione per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che possono accedere alle detrazioni fiscali del 70% o del 75% (allegati A ed E del “decreto edifici”)

Per gli altri interventi, invece, va utilizzato il link http://finanziaria2017.enea.it, dedicato all’invio telematico all'Enea della documentazione necessaria ad usufruire delle detrazioni fiscali del 65% per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, prorogate dalla Legge di Bilancio 2017 nella misura del 65% fino al 31 dicembre 2017 e nella misura del 70 % e 75%, per interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali, sino al 31 dicembre 2021.

Ricordiamo anche che l'ENEA ha messo a disposizione un esaustivo vademecum dedicato agli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali (detrazioni fiscali del 70% o del 75%). Il vademecum è stato appena aggiornato al 4 ottobre: la comunicazione avviene in tre step, ed è obbligatorio l'invio online.

Rimandando al vademecum per i requisiti tecnici degli interventi 'passabili', ricapitoliamo i documenti da conservare per eventuali veririche e controlli:

  • asseverazione redatta da un tecnico abilitato iscritto al proprio albo professionale;
  • copia degli attestati di prestazione energetica (APE) dell'intero edificio, ante e post-intervento;
  • copia Ape per ogni singola unità immobiliare;
  • copia delle relazioni tecniche;
  • originali degli allegati inviati a Enea debitamente firmati;
  • schede tecniche dei materiali;
  • fatture delle spese sostenute;
  • delibere assembleari;
  • ricevuta bonifico bancario o postale;
  • ricevuta dell'invio effettuato all'Enea (ricevuta della raccomandata se inviata per posta).


SCARICA IL VADEMECUM ENEA PER L'ECOBONUS CONDOMINI AGGIORNATO AL 4 OTTOBRE

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su