Prodotti in rete metallica a doppia torsione: la marcatura CE alla luce di tutti gli aggionamenti

13/10/2017 1859
Le Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC2008) approvate con D.M. Min. Infr. 14 gennaio 2008 prevedono che tutti i materiali da costruzione ad uso strutturale, utilizzati nella realizzazione di opere, debbano necessariamente riportate la marcatura CE (secondo Direttiva Europea 89/106/CEE) o seguire una procedura di qualifica equivalente definita nel dettaglio all’articolo 11. La Direttiva Europea 89/106/CEE, cosiddetta CPD, è stata sostituita a partire dal 2013 da parte del Regolamento UE n.305/2011 (CPR).
 
I prodotti in rete metallica a doppia torsione, che secondo la pratica consolidata sono utilizzati per la realizzazione di muri a gravità e strutture di sostegno; rivestimenti fluviali e opere di sistemazione idraulica quali briglie, pennelli e repellenti, opere di protezione dalla caduta massi, svolgono importati funzioni strutturali e quindi non fanno eccezione.
Questi prodotti si configurano però come materiali per uso strutturale la cui qualifica non è contemplata nel dettaglio dalle NTC (quali per esempio, acciaio per cls, calcestruzzo, legno ecc) e non vengono neppure regolamentati da norme europee armonizzate.
 
Con la nota n.3703 del 20.04.2017 il Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP. Massimo Sessa ha trasmesso, alle Stazioni Appaltanti, agli Organi di Controllo Territorialmente competenti ed alle Amm.ni competenti, una Circolare inerente la “Qualificazione di Gabbioni Metallici ad uso strutturale”.
La nota è scaturita da molteplici segnalazioni ricevute dal Consiglio Superiore dei LL.PP. relative all’impiego di prodotti non conformi, segnalazioni che hanno poi trovato riscontro effettivo da parte delle Autorità competenti.

Tale nota richiama la “Linea Guida per la certificazione di idoneità tecnica all’impiego ed all’utilizzo di prodotti in rete metallica a doppia torsione” approvate dal Consiglio Superiore dei LLPP con parere n. 69 reso nell’adunanza del 2 luglio 2013, l’impiego dei gabbioni con finalità strutturale è consentito sono se si è in possesso di Certificato di Idoneità Tecnica, così come previsto dalle NTC 2008, cap. 11.1 lett. C rilasciato dal Servizio Tecnico Centrale.
La nota precisa che è consentito l’impiego di gabbioni e delle reti metalliche con finalità strutturali se si è in possesso della necessaria marcatura CE che faccia riferimento ad un ETA rilasciato sulla base di un EAD così come previsto dal regolamento UE n. 305/2011 e dalle NTC. Infine si sottolinea che le NTC non prevedono deroghe e, pertanto, eventuali inadempienze ove non si configurino reati più gravi sono soggette alle sanzioni di cui alla. 95 del DPR 380/2001 nonché se applicabili alle sanzioni di cui all’articolo 11 del DPR 246/93.
 
In questo contesto si va ad inserire il Decreto Legislativo 106 approvato il 9 giugno 2017 dal Consiglio dei Ministri, che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 13 Luglio.  Il DL 106/2017, aldilà della semplificazione del quadro normativo nazionale inerente la certificazione dei prodotti da costruzione e del coordinamento tra le Amministrazioni competenti attraverso l’istituzione di alcuni organismi dedicati, introduce un innovativo sistema di sanzioni, controlli e vigilanza sul mercato. Significative le sanzioni previste dall’articolo 20 relative a costruttori, direttori lavori e collaudatori che consentono l’utilizzo di prodotti non conformi agli obblighi di prestazione e marcatura CE: si va da pene pecuniarie da 10.000 a 50.000 euro fino all’arresto fino a 6 mesi. Questo per avere una sempre migliore garanzia della qualità e sicurezza delle opere e delle infrastrutture, sia pubbliche che private.
 
Nelle Linee Guida del 2013 era già chiaramente definito che il rivestimento con la sola lega di zinco per i prodotti in rete metallica a doppia torsione non era più ammissibile se non per opere provvisionali. Questa ultima precisazione da parte del Consiglio Superiore dei LL.PP. e il DL 106/2017 confermando la validità dell’impianto delle Linee Guida e la obbligatorietà della certificazione CE per i materiali precisano definitivamente, qualora ve ne fosse stato ancora bisogno, che i prodotti in rete metallica a doppia torsione essendo strutturali devono essere marcati CE e il filo metallico deve essere rivestito con lega Zinco-Alluminio e ulteriore rivestimento polimerico.
Va sottolineato il fatto che il rivestimento in lega Zinco-Alluminio e poi polimerico del filo aumenta la durabilità del prodotto di oltre 4 volte rispetto a quello con la sola lega di Zinco, incrementando così le garanzie di durabilità dei materiali fino al raggiungimento degli standard di vita utile previsti dalle NTC del 2008.