DDL Legge di Bilancio 2018: ecobonus 65% prorogato. Tutte le novità

17/10/2017 9659

Tra le misure della nuova bozza di Finanziaria, approvata dal Consiglio dei Ministri, già certi la conferma dell'ecobonus "rivisitato" per le riqualificazioni energetiche degli edifici, il taglio del costo del lavoro stabile per gli under29 con la decontribuzione per gli under 35 per il solo 2018, la proroga di super-ammortamento, che scende dal 140% al 130%, e iperammortamento (confermato al 250%)

Il Consiglio dei Ministri n.51 del 16 ottobre ha approvato la prima bozza di Manovra 2018 (disegno di legge), con tante misure di interesse per l'edilizia, il lavoro, i tributi e le piccole e medie imprese.

Tra le misure più interessanti:

  • bonus verde: credito d'imposta del 36% delle spese fino a 5.000 euro per gli interventi di ristrutturazione e irrigazione delle aree verdi di unità immobiliari e dei condomini, così scome per la copertura a varde e di giardini pensili.
  • ecobonus riqualificazione energetica: prevista la proroga a tutto il 2018 con alcune novità di rilievo dell'ecobonus per la riqualificazione energetica degli edifici. In particolare viene prorogato a tutto il 2018 il credito d'imposta del 65% per le singole unità immobiliari e fino al 31 dicembre 2012 per i condomini. Per alcuni beni, come finestre e caldaie a condensazione e a biomassa, la detrazione scende al 50% delle spese sostenute. Tra le novità principali la portabilità dell'ecobonus: come già avviene per incapienti e per il sisma bonus, il credito per interventi su singole unità immobiliari potrà essere ceduto a terzi.
  • Fondo di garanzia lavori: finanziato con 50 milioni, ripartiti tra Mise e Ambiente, potrebbe mettere in moto 600 milioni di lavori in casa;
  • subappalti e carburanti: fattura elettronica dal 1° luglio 2018. La faturazione e registrazione delle operazioni Iva per cessioni di beni e prestazioni di servizi dovranno essere emesse esclusivamente in formato elettroico utilizzando il sistema di interscambio dal 1° gennaio 2019, ma per cessioni di benzina o gasolio per motori e le per le prestazioni di subappaltatori nel quadro di un contratto di appalti pubblici, l'obbliogo scatterà dal prossimo 1° luglio 2018;
  • Industria 4.0: previste la proroga di super-ammortamento, che scende dal 140% al 130%, e iperammortamento (confermato al 250%);
  • Incentivo strutturale per l’occupazione giovanile stabile: dal primo gennaio 2018 i datori di lavoro del settore privato che assumono giovani con contratti a tutele crescenti beneficeranno di uno sconto triennale sui contributi previdenziali pari al 50% (esclusi i lavoratori domestici). L’esonero spetta anche per le assunzioni avvenute nei mesi di novembre e dicembre 2017, ferma restando la decorrenza dal primo gennaio 2018.  Lo sconto contributivo si applica anche nei casi di prosecuzione di un contratto di apprendistato in contratto a tempo indeterminato, qualunque sia l’età anagrafica al momento della prosecuzione e quando un datore di lavoro assume, entro sei mesi dal conseguimento del titolo di studio, studenti che abbiano svolto percorsi di alternanza scuola-lavoro o di apprendistato per il conseguimento del titolo di studio.

IL COMUNICATO UFFICIALE DEL GOVERNO