DIGITAL&BIM Italia: un esempio di fiera che funziona

Oggi è partita DIGITAL&BIM Italia e il dubbio lo avevano in tanti: una Fiera Italiana dedicata al tema del BIM e della DIGITALIZZAZIONE delle COSTRUZIONI può funzionare ?

Dopo il primo giorno di DIGITAL&BIM Italia, organizzato da BolognaFiere, la risposta è arrivata: sì, si può fare ! Chi oggi ha partecipato alla manifestazione che ha nell'architetto Antonella Grossi il suo ideatore e manager ha potuto godere non solo di una buona, anzi ottima, esposizione di aziende del settore, con un'ampia differenziazione tra software house, strumenti di rilievo e altro ancora, ma anche di una nutrita programmazione di eventi, che si è chiusa alle ore 19 con la premiazione dei BIM&DIGITAL Award 2017.

Certo, le sale delle conferenze potevano essere isolate meglio dal punto di vista acustico, i parcheggi meglio indicati, ma si tratta di dettagli migliorabili.

Quello che conta è che oggi - e ve lo dice uno che da 6 anni si occupa con continuità di informazione sull'argomento - è stato possibile incontrare tutti, praticamente tutti coloro che si occupano di BIM in Italia. In ordine sparso posso citare tanti amici: Pietro Baratono, che del BIM è colui che si occupa a livello ministeriale, Stefano Della Torre, Presidente di Building Smart Italia, Lorenzo Bellicini, che ha appena pubblicato il rapporto CRESME sull'applicazione del BIM, Edoardo Cosenza che ha fatto parte della commissione BIM del Ministero, Angelo Ciribini, il guru del BIM italiano, e poi Marcello Balzani, Simone Garagnani, Carlo Zanchetta, Bruno Damiotti, Marco Trani, Giovanni Cardinale, ... gli amici delle software house, i tecnici, tenti progettisti ... Più che una fiera sembrava un congresso.

E questo successo non è scontato. Negli ultimi anni la visita del BAU e del BAUMA - per chiunque l'abbia fatta, era la testionianza di un surclassamento del sistema delle fiere delle costruzioni tedesche rispetto a quelle italiane. Gli ultimi esempi di manifestazioni fieristiche nazionali del settore costruzioni, piccole o grandi che fossero (ad eccezione di Cersaie) non le ricordo come esaltanti.

Certo, stiamo qui parlando di una piccola manifestazione, che occupa in parte un solo padiglione di Bologna Fiere. Ma il clima di ottimismo che si respirava oggi, la forte partecipazione agli eventi e negli stand, hanno lascitao una traccia positiva.

Quale il segreto ? a mio parere nella scelta dell'arch. Grossi di puntare sui contenuti, ma non puntando ad ospitare tappe di stanchi rooad show che già si ripetono per il territorio (scelta di poco impegno per una manifestazione, ma scarso interesse per il pubblico) ma creando una serie di arene tematiche con momenti continui di approfondimento tecnico. Un'evoluzione dell'Academy che qulache hanno fa organizzai al SAIE con oltre 11.000 iscritti (idea e soluzione massacrata poi da manager che non ne compresero la potenzialità). Inoltre l'organizzazione del premio, la presentazione del rapporto Cresme, la realizzazione del Blog, l'assistenza di un ufficio stampa davvero "preparato" ... ed ecco il risultato di oggi.

Una piccola rivincita anche per il sottoscritto, che per anni - inascoltato - ha cercato di far comprendere che nel mondo di internet e dei crediti formativi il successo di una manifestazione dipende dai contenuti e non dal prezzo al metro quadro applicato.

Con INGENIO abbiamo gestitio il Media Center realizzando tantitssime interviste agli esperti di BIM. Nei prossimi giorni ne daremo diffusione con l'obiettivo di raccontare a chi non è potuto venire alcuni momenti di questa riuscita manifestazione.