Sorveglianza sismica in Lombardia: fondi a ingegneri e geologi

20/10/2017 1357

Sorveglianza sismica: previsto stanziamento regionale di 860mila euro che consentirà ai comuni il sostegno per avvalersi di tecnici così come previsto dalla normativa nazionale

La giunta della Regione Lombardia ha approvato uno stanziamento di 860 mila euro per la "sorveglianza sismica" dei comuni: i fondi serviranno per consentire l'assoluzione di compiti sulla vigilanza sismica che derivano dalle recenti modifiche normative in materia.

Il finanziamento, in particolare, consentirà ai comuni di "avvalersi delle figure professionali cui devono necessariamente ricorrere per la valutazione degli aspetti ingegneristici, geologici e geotecnici, così come richiesto dalla complessa normativa nazionale".

Nello specifico, per il 2017 saranno stanziati 160.000 euro ai comuni classificati in zona sismica 2 con popolazione fino a 5.000 abitanti. Nel 2018 e 2019 saranno stanziati altri 700.000 euro totali in favore dei comuni classificati nelle zone sismiche 2, 3 e 4.