Bilancio e Decreto Fiscale: focus sulle misure di interesse per l'edilizia e le infrastrutture

Il MIT dedica un approfondimento alle novità 2018 di DL Fiscale e Legge di Bilancio: per quanto riguarda il comparto casa, sono stati prorogati tra l'altro le agevolazioni fiscali concernenti il patrimonio edilizio, in materia energetica, di lavori di manutenzione straordinaria, di classificazione sismica con l’estensione delle stesse ai condomini di edilizia residenziale pubblica (ecobonus – sismabonus) e il bonus mobili

La Legge di Bilancio appena approvata in prima lettura dal Senato contiene diversi provvedimenti di interesse del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, per quel che riguarda mobilità pubblica, trasporti, edilizia, casa e infrastrutture. Vediamoli nel dettaglio.

LEGGE DI BILANCIO - NOVITA'

Casa, cedolare, agevolazioni edilizie, mobili, verde
Per quanto riguarda il comparto casa, si prevedono diverse importanti proroghe:

- l'importante proroga di due anni della cedolare secca ridotta al 10% per gli alloggi a canone concordato, con l'obiettivo di aumentare l'offerta di alloggi in affitto a canone calmierato;
- la proroga delle agevolazioni fiscali concernenti il patrimonio edilizio, in materia energetica, di lavori di manutenzione straordinaria, di classificazione sismica con l'estensione delle stesse ai condomini di edilizia residenziale pubblica (ecobonus – sismabonus);
- la proroga di un anno, fino al dicembre 2018, anche delle agevolazioni fiscali al 50% legate all’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica elevata A+ (A per i forni), destinati ad un immobile oggetto di ristrutturazione (cd. bonus mobili).

È prevista, inoltre, l'introduzione dell'agevolazione fiscale anche per la sistemazione a verde di aree scoperte di edifici e immobili esistenti, per impianti di irrigazione e per la realizzazione di pozzi, copertura a verde e giardini pensili: qui si prevede una detrazione del 36% fino a un massimo di 5.000 euro per unità abitativa e nei condomini per un massimo di 5.000 per ogni unità immobiliare a uso abitativo.

Fondo affitti
Nell'ultimo testo è stata inserita l'assegnazione di una dotazione di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020 a favore del Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione. Si prevede anche che le Regioni possano destinare le somme non spese della dotazione del Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli all’incremento del suddetto Fondo nazionale

Edilizia scolastica
Per i comuni sono previsti interventi di ampliamento degli spazi finanziari per la realizzazione di opere pubbliche, in particolare edilizia scolastica.

Agevolazioni abbonamenti e ticket trasporti
In primis, la detraibilità al 19% dalle imposte delle spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico locale, regionale e interregionale per un costo dell’abbonamento sino a 250 euro annuali. La detrazione spetta anche se le spese sono sostenute nell’interesse dei familiari a carico e il suo limite massimo di detrazione di 250 euro deve intendersi riferito cumulativamente alle spese sostenute dal contribuente per il proprio abbonamento e per quello dei familiari a carico. Dopo 8 anni viene reintrodotta l'agevolazione, in base a una norma in vigore nel 2009.

Una novità assoluta è l'introduzione del ticket trasporti, che prevede che le somme rimborsate dal datore di lavoro o direttamente sostenute da quest’ultimo per l'acquisto di abbonamenti del dipendente e dei familiari, per effetto della contrattazione integrativa aziendale di imprese e organizzazioni pubbliche, non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente.

Superammortamento per acquisto mezzi
In tema di trasporto, è prevista anche la proroga di un anno del superammortamento al 130%,inclusi i veicoli industriali, sia per autotrasporto merci che adibiti al trasporto pubblico locale, al fine di favorire il rapido rinnovo del vetusto parco mezzi italiano, in una logica di sostenibilità ambientale e maggiori standard di sicurezza. In questo ambito, la finanziaria include il finanziamento (dal 2019 fino al 2033) di progetti sperimentali innovativi di mobilità sostenibile con mezzi ad alimentazione alternativa, proposti da comuni e città metropolitane, sino a 100 milioni di euro annui.


DECRETO FISCALE

Il decreto fiscale appena approvato in via definitiva e atteso nella Gazzetta Ufficiale di oggi (lunedì) dà una spinta decisiva alla capacità di realizzazione di progetti di qualità da parte degli enti locali per adeguamento sismico, dissesto idrogeologico e per la predisposizione dei Piani Strategici delle Città Metropolitane e dei Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile.

Fondi per progettazione
Finanziati 55 milioni in due anni per la progettazione definitiva ed esecutiva delle opere infrastrutturali e per l'adeguamento antisismico degli immobili pubblici per i comuni a rischio sismico, con forte semplificazione amministrativa per garantire minori vincoli finanziari per la progettazione di investimenti infrastrutturali per gli enti locali, con fondi propri delle amministrazioni ed anche attraverso l’utilizzo da parte degli enti locali del Fondo Progetti previsto dal Nuovo Codice degli appalti (art. 202).

Banca dati
Sono previsti interventi in tema di trasparenza degli appalti pubblici, con stanziamenti di 1,6 milioni di euro per l’implementazione della Banca Dati Nazionale degli Operatori Economici, in vista della stipula di una convenzione tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Autorità nazionale anticorruzione.

Sicurezza ferroviaria
Interventi importanti sono previsti anche in tema di sicurezza ferroviaria e marittima con l'ampliamento delle competenze ed il potenziamento dell'organico della Agenzia nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF).

Ponti e collegamenti sul Po
Previsto anche uno stanziamento di 35 milioni di euro per le Province interessate per realizzare gli interventi di emergenza per la messa in sicurezza delle infrastrutture stradali di connessione insistenti sul fiume Po.

Tpl isole
Conferma poi della centralità del diritto alla mobilità dei cittadini che vivono in luoghi particolarmente disagiati o nelle isole, assicurando la continuità di servizi svolti in regime di onere di Servizio Pubblico. Incrementate, infine, di 4,5 milioni di euro per l’anno 2017 le risorse per la compensazione degli oneri per il traghettamento ferroviario delle merci e dei servizi ad esso connessi.