Quale sarà l’evoluzione del sistema energetico mondiale? La risposta nel rapporto IEA

15/12/2017 3144

Nello scenario del World Energy Outlook 2017 prevista la diffusione delle fonti rinnovabili e la crescita dell’elettrificazione

Il World Energy Outlook 2017, pubblicato dalla IEA (International Energy Agency), individua quattro principali direttrici del cambiamento nel sistema energetico globale da oggi al 2040: la diffusione e il calo dei costi delle energie pulite, la crescente elettrificazione del sistema energetico, la transizione della Cina verso un mix energetico più sostenibile, l'aumento delle esportazioni di petrolio e gas dagli Stati Uniti.

Nel nuovo scenario si prevede che il fabbisogno energetico globale cresca più lentamente rispetto al passato ma aumenti ancora del 30% da oggi al 2040.

Le crescenti esigenze energetiche saranno affrontate in maniera sensibilmente diversa rispetto agli ultimi venticinque anni:

·  la domanda di petrolio continuerà a crescere, seppur a un ritmo decrescente;

·  in deciso aumento l’utilizzo di gas naturale (+45% al 2040) anche se concentrato soprattutto nel settore industriale, a discapito di quello elettrico.

·   le fonti rinnovabili saranno in grado di soddisfare circa il 40% della domanda di energia primaria, segnando così la fine degli anni del boom per il carbone, il cui ruolo è destinato ad essere sempre più marginale.

Questa penetrazione delle rinnovabili sarà possibile grazie ai contestuali miglioramenti dell'efficienza energetica, senza i quali l'aumento dei consumi finali di energia risulterebbe più che raddoppiato rispetto alle previsioni.

Da oggi al 2040 due terzi degli investimenti globali in centrali elettriche saranno rivolti alle fonti energetiche rinnovabili; in particolare, la rapida diffusione del fotovoltaico, guidata da Cina e India, farà diventare quella solare la principale fonte di elettricità a basso tenore di carbonio.

Secondo le previsioni dell’IEA, nell’Unione Europea l’80% della nuova capacità installata si rivolgerà alle rinnovabili e nel 2030 l’eolico diventerà la principale fonte di energia elettrica per via della massiccia crescita delle installazioni sia a terra che offshore.

Infatti è prevista in crescita la quota elettrica nei consumi finali di energia a livello mondiale in misura uguale a quella assunta dal petrolio negli ultimi venticinque anni.