Asfalto e carta igienica riciclata per una pista ciclabile in Olanda

Redazione PAVIMENTI 11/01/2018 1067

La prima domanda che sorge spontanea è: ma è possibile recuperare e riciclare carta igienica dalle fognature? In Olanda evidentemente  si!

È olandese infatti il primo progetto pilota per una pista ciclabile il cui manto è costituito dalla miscela di asfalto e cellulosa ricavata da carta igienica riciclata
È d’obbligo una premessa: la maggior parte delle strade nei Paesi Bassi è realizzata e manutenuta con un conglomerato bituminoso a freddo chiamato OGFC (Open-graded friction course), caratterizzato da porosità strutturale e permeabilità all’acqua. Si tratta di un asfalto estremamente drenante che, in caso di pioggia, si asciuga più rapidamente rispetto ad altre tipologie e che richiede maggiori volumi di bitume, la miscela di idrocarburi usata come legante. Per raggiungere la giusta densità e porosità si aggiunge alla miscela la cellulosa, ed è da qui che nasce l’idea di utilizzare la cellulosa ricavata dalla carta igienica riciclata

Quando lo scorso anno sono iniziati i lavori di manutenzione della pista ciclabile provinciale che collega Leewarden a Stiens, in Frisia, si è pensato di sperimentare per un chilometro  questo asfalto che sfrutta un’innovativa tecnica di riciclaggio.

Come avviene il riciclo della carta igienica

aspetto cellulosa riciclata

Per poter setacciare e recuperare le fibre di cellulosa provenienti dai condotti fognari cittadini – si stima siano almeno 180mila le tonnellate di carta igienica usata dagli olandesi ogni anno - nello stabilimento di depurazione delle acque di scarico Geestmerambacht nei pressi di Alkmaar i tecnici hanno messo a punto un setaccio industriale capace di recuperare 400 chilogrammi di cellulosa al giorno. Le fibre di carta vengono filtrate dall'acqua con un setaccio industriale di 0,35 millimetri prima di passare in una serie di macchine che puliscono, sterilizzano, sbiancano e asciugano. Il risultato finale è un materiale soffice e grigio.  

Inserimento cellulosa riciclata nella miscela asfalto

A questo punto il materiale viene utilizzato per addensare la miscela di asfalto e bitume e impedire che il bitume addensi troppo velocemente, sia durante il trasporto che durante la posa. 

Così è stato creato questo primo chilometro di asfalto sperimentale e, a un anno dalla posa, il risultato è sorprendente. L’asfalto “riciclato” tiene perfettamente e inoltre non si nota differenza rispetto a quello classico del resto del percorso. 
Per ora la sperimentazione è stata fatta solo su un chilometro, ma non è da escludere, visti i risultati,  che la nuova tecnica possa estendersi su altri tratti della fittissima rete di piste ciclabili olandesi. Una rete lunga 35.000 chilometri.

stesura asfalto 

Gli impieghi per la cellulosa riciclata sono infiniti. «Tecnicamente potrebbe essere usata per fare anche le scatole della pizza. Ma chi vorrebbe mangiare una pizza avvolta in carta di fogna?», ironizza Carlijn Lahaye, amministratore delegato di CirTec, società che insieme alla Knn Cellulose ha sviluppato la tecnologia per l'estrazione e la pulizia delle fibre dalle acque reflue. 
Nell'asfalto, invece, gli agenti patogeni non sono in grado di sopravvivere alle temperature estreme del processo di miscelazione.


3-piste-carta-igie-riciclata.jpg
Un cartello ricorda ai ciclisti che stanno percorrendo il tratto di asfalto innovativo realizzato con carta igienica riciclata

L’ Olanda è decisamente sempre più green friendly e non finisce mai di stupire con le sue idee per riciclare i materiali di scarto e ridurre l'inquinamento, ricordiamo tra i progetti pilota, sempre a proposito di strade, PlasticRoad le strade in plastica riciclata sperimentate a Rotterdam dall’ottobre del 2016. 

fonte: www.citylab.com