Piano Industriale per l'Italia: le riflessioni di Piero Torretta, presidente UNI

Redazione INGENIO 28/01/2018 1040

Sul Sole 24 Ore del 12 gennaio, il ministro Carlo Calenda ed il segretario generale Fim Cisl Marco Bentivogli, hanno proposto un Piano Industriale per l'Italia. Il Piano è fondato su tre pilastri: competenze, impresa e lavoro.

Si tratta di un un articolato programma perchè - scrivono gli autori - non è tempo "di abolire", pena il rischio di uno shock sistemico, ma "di costruire".

Sul tema è intervenuto il Presidente dell'UNI, l'Ente nazionale italiano di unificazione, il dott. Piero Torretta. 

PIERO-TORRETTA-UNIPer Torretta il programma proposto è "ambizioso e stimolante per il contenuto e le proposte.". Ma per "trasformare la consapevolezza in azioni servono strumenti. Strumenti che stimolino la partecipazione consentendo l’elaborazione “dal basso” di proposte, e di soluzioni che facilitino la consapevolezza e la condivisione necessarie per alimentare la fiducia e sostenere la speranza. La Normazione tecnica consensuale (lo Standard) è in questo una opportunità per il perseguimento dell’obiettivo di Calenda e Bentivogli: «Creare un contesto di regole condivise e necessarie a garantire la natura equa del commercio internazionale ed a mitigare gli effetti di una globalizzazione squilibrata». 

E' possibile leggere l'interessante articolo a questo link "Più sostenibilità negli accordi di libero scambio"