Piscina abusiva: c'è aumento del valore dell’immobile anche allo stato grezzo

Cassazione: la piscina, anche se non finita né denunciata, va considerata nelle compravendite per quantificare le tasse da pagare

La presenza di un abuso edilizio non può tradursi in un trattamento di favore per il privato, per cui anche una piscina abusiva in corso di costruzione fa aumentare il valore degli immobili e bisogna tenerne conto nelle compravendite per quantificare in modo corretto le imposte da pagare.

Lo ha affermato la Corte di Cassazione con la recente ordinanza 2189/2018 (disponibile nel file allegato), che ha dato ragione all'Agenzia delle Entrate in una controversia inerente la vendita di un complesso immobiliare con al suo interno una piscina allo stato grezzo, non ancora completata e con titolo abilitativo scaduto, priva di rendita e non censita in catasto.

Nel caso specifico, la base imponibile era stata quantificata sulla base di una situazione non corrispondente allo stato dei fatti, poiché i proprietari dell'immobile venduto avevano pagato imposte più basse di quelle che avrebbero dovuto versare se la piscina fosse stata dichiarata. Ecco perché l'Agenzia delle Entrate aveva chiesto un'integrazione dell'imposta pagata, ma la CTR provinciale - dopo l'appello dei venditori - aveva sancito che la piscina non doveva essere accatastata poiché inidonea all'utilizzo.

La Cassazione ha ribaltato tutto: in materia di imposta di registro, ricordano gli ermellini, la base imponibile per la tassazione delle compravendite è costituita dal valore del bene o del diritto al momento della stipula dell'atto. Se quanto dichiarato non corrisponde allo stato di fatto, il valore delle imposte pagate deve quindi essere rideterminato.

Ok, ma l'abuso edilizio dato dal permesso di costruire scaduto? Non è oggetto della sentenza, che dispone solo per la parte fiscale. Poi, in seconda battuta, accertato l'abuso, verrà deciso in merito ad una eventuale sanatoria oppure sulla demolizione obbligatoria della piscina.

LA SENTENZA INTEGRALE E' DISPONIBILE IN FORMATO PDF