Tutte le novità delle NTC 2018 racchiuse nella Release 2018 di MasterSap e spiegate passo per passo

15/03/2018 4608

Il 2018 si è aperto con la firma e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto di aggiornamento delle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni. Dopo tanta attesa ed incertezza i professionisti dovranno confrontarsi con il nuovo testo normativo, che, pur mantenendo sostanzialmente l’impianto del precedente DM 14/01/2008, introduce diverse ed importanti novità, e che si completerà con la pubblicazione della Circolare esplicativa contenente le Istruzioni delle NTC. 

Release 2018 di MasterSap: ecco gli aggiornamenti

E’ nel frattempo in distribuzione la release 2018 di MasterSap di AMV srl che è aggiornata alle NTC 2018 appena pubblicate e include anche altri utili perfezionamenti: il professionista può quindi affrontare fin da subito la progettazione con le nuove NTC 2018 con MasterSap. 

Le novità introdotte dalle NTC 2018 e quindi implementate in MasterSap sono diverse, vediamone alcune, concentrandosi su quelle che avranno più impatto sul lavoro del progettista.

La scelta del comportamento dissipativo o non dissipativo

Nei riguardi della progettazione nei confronti delle azioni sismiche, il progettista può ora scegliere di progettare in accordo a un comportamento dissipativo oppure non dissipativo, anche se la progettazione antisismica finalizzata ad ottenere un comportamento dissipativo resta consigliata.
La possibilità di optare per un comportamento non dissipativo consente al progettista di fare la migliore scelta in relazione al particolare problema progettuale. Tale distinzione nelle NTC precedenti era esplicitata solo in alcuni casi, per strutture in acciaio, mentre ora viene definita e codificata nel caso più generale. 

La scelta di comportamento dissipativo o non dissipativo va dichiarata nelle proprietà del progetto perché da questa ne consegue la definizione del fattore di comportamento, oltre che le modalità di verifica. E’ il software che attiva i controlli ed applica le regole che corrispondono al comportamento dissipativo o non dissipativo richiesto.

Strutture a comportamento dissipativo

comportamento dissipativo delle strutture

Nel caso di COMPORTAMENTO DISSIPATIVO di strutture in c.a. la norma non ha cambiato l’impostazione generale del dimensionamento e delle verifiche, ma viene dato maggior peso alla duttilità ed al concetto di progettazione in capacità che racchiude in sé l’applicazione della gerarchia delle resistenze e dei dettagli costruttivi. Operativamente si nota l’incremento del valore del coefficiente di sovraresistenza previsto nell’applicazione della gerarchia delle resistenze a pressoflessione dei pilastri in classe di duttilità bassa, si passa dal 1.1 delle NTC 2008 all’1.3 delle NTC 2018.

>> In MasterSap un’apposita tabella (banca) racchiude tutti i fattori di sovraresistenza utilizzati nelle diverse verifiche.

mastersap - banca fattori di sovraresistenza ca

Sono stati modificati i dettagli costruttivi per i pilastri e pareti e introdotto il minimo di duttilità

>> MasterArm li applica automaticamente per la realizzazione dei disegni esecutivi in Disegno c.a. Il minimo di duttilità sostituisce la verifica esplicita di duttilità in termini di duttilità di curvatura, che resta obbligatoria solo nelle zone dissipative di strutture prefabbricate monopiano e che può essere svolta esplicitamente con Verifiche c.a. nell’ambito della verifica di “duttilità in curvatura”.

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

>> MasterArm esegue automaticamente anche le verifiche previste per i nodi trave-pilastro, per i quali le NTC 2018 prevedono una verifica esplicita anche in classe di duttilità bassa, invece che una mera applicazione di minimi come per le norme precedenti. Si tratta di una progettazione in capacità anche per il nodo che quindi dipende dalla capacità delle travi che vi convergono.

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

>> MasterArm inoltre gestisce gli elementi che il progettista può dichiarare “secondari” (travi e pilastri) rispetto al comportamento dissipativo della struttura.

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

Per le fondazioni (travi di fondazione, platee ecc.) >> MasterArm procede, come richiesto dalle NTC2018, ad un calcolo sostanzialmente elastico che di fatto limita il momento resistente delle sezioni nelle combinazioni di carico sismiche, applicando inoltre il minimo di armatura per le platee introdotto appunto dalle NTC 2018. 
Al solito, sono previsti infine tutti i controlli e la gestione delle segnalazioni in caso di elementi o nodi non verificati al fine di consentire al progettista il pieno controllo dei risultati ottenuti per poter fare le scelte progettuali più opportune.

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

Per strutture in ACCIAIO a comportamento dissipativo si segnala un aumento dei fattori di sovraresistenza da utilizzare nelle regole di dettaglio (progettazione in capacità), che sono stati allineati ai valori suggeriti dall’Eurocodice e più gravosi dei precedenti proposti dalle NTC2008.

>> MasterSteel applica le regole di dettaglio della progettazione in capacità a seconda della tipologia sismica dichiarata dall’utente.

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

Strutture a comportamento non dissipativo

Nel caso di COMPORTAMENTO NON DISSIPATIVO di strutture in c.a. >> MasterSap controlla che il fattore di comportamento impostato dall’utente non superi 1.5, limite fissato dalla norma, ed effettua le verifiche previste. Siccome nel caso di comportamento strutturale non dissipativo la risposta sismica della struttura dipende dalla sua rigidezza e resistenza ma non dalla duttilità: la norma richiede che tutti gli elementi strutturali siano verificati in campo sostanzialmente elastico nelle combinazioni di carico sismiche, quindi con resistenze ridotte e non richiede la progettazione in capacità, quindi non è richiesto il rispetto della gerarchia delle resistenze e l’applicazione dei dettagli costruttivi “sismici”. Le NTC2018 chiedono però che vengano verificati (in capacità) i nodi trave-pilastro. >> MasterArm applica tutte queste regole automaticamente segnalando eventuali situazioni critiche.

Per strutture in ACCIAIO per cui già nelle NTC2008 era diffusa la progettazione non dissipativa (q=1), perché spesso più conveniente, si segnala che per comportamento non dissipativo si può quindi utilizzare un fattore di comportamento maggiore rispetto al passato, fino appunto a 1.5, senza ulteriori condizioni o restrizioni nella verifica. Questo è un aspetto vantaggioso che sarà utile considerare.

Le zone a bassa sismicità sono quello per cui agS<=0.075g. Per queste, così come per la “zona 4“ delle norme precedenti, è prevista un’analisi semplificata che il progettista in MasterSap può scegliere di utilizzare. 

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

Si segnala che le NTC 2018 introducono il fattore di comportamento q anche per lo Stato Limite di Danno, che la norma limita al valore 1.5.

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

Per gli edifici esistenti, nelle NTC 2018 viene modificato l’indirizzo generale: si tende ora a privilegiare, realisticamente, gli interventi di miglioramento rispetto a quelli di adeguamento, che si riferiscono a cambiamenti significativi nell’impianto strutturale. Che si faccia un’analisi lineare o pushover l’obiettivo è quello di dimostrare il livello di sicurezza raggiunto che con le procedure AMV (MasterEsist, MasteMuri, Verifiche Rinforzi) può essere calcolato e controllato.

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

Altre modifiche di aggiornamento alle NTC 2018 hanno riguardato la stima del periodo T1 per l’analisi statica equivalente, il calcolo dei carichi da neve e vento, la necessità di creare nuove banche dati per gestire la nuova norma. Tutto pronto in MasterSap per partire subito a progettare con le NTC2018.

E’ da tempo infine disponibile SismaClass il programma dedicato al calcolo delle Classi di Rischio Sismico, per consentire ai proprietari di immobili di beneficiare degli incentivi fiscali stabiliti legati al Sismabonus. Semplice da utilizzare, liberamente scaricabile dal sito www.amv.it, sfruttando i risultati ottenuti da MasterSap è in grado di determinare le classi di rischio di edifici esistenti sia con il metodo convenzionale che con quello semplificato.

Release 2018 di MasterSap contenente le novità delle NTC 2018

Nel frattempo in AMV si lavora sia nel campo della formazione (con la proposta di corsi di aggiornamento specifici sulle NTC 2018 e la progettazione di edifici esistenti), che nei perfezionamenti delle varie procedure; continua lo sviluppo in tema BIM, è in fase di uscita il programma dedicato al calcolo dei Cinematismi locali e altre innovazioni informatiche saranno a breve rilasciate.

vai all'approfondimento della release 2018 di MasterSap

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su