La sfida del Cubo di Ghiaccio: a Rimini per parlare di una nuova edilizia ecosostenibile

03 – 14 maggio in piazza Cavour a Rimini

UN CUBO DI GHIACCIO E’...

Il cubo di ghiaccio è la metafora della fragilità del nostro ecosistema, dei ghiacciai dei poli e delle nostre montagne che si stanno inesorabilmente sciogliendo, di zone del pianeta sempre più vaste che si stanno inaridendo perdendo acqua e vita, della biodiversità che si sta impoverendo di specie animali e vegetali che i nostri figli non potranno vedere. Il cubo di ghiaccio rappresenta, anche, gli uomini e donne che nelle estati sempre più torride soffrono il caldo eccessivo delle loro case.

Il cubo di ghiaccio, con la sua inerme limpida trasparenza, ci sfida a cambiare il paradigma culturale che abbiamo posto alla base della nostra società occidentale che rappresenta ormai una pistola puntata alla tempia del nostro domani e del futuro dei nostri figli.

Perché è il nostro stile di vita improntato al dominio e allo sfruttamento irresponsabile della natura, allo spreco delle risorse, all’egoismo sociale e generazionale che sta procurando queste ferite all’intero ecosistema e al nostro futuro.

La sfida del cubo di ghiaccio è dunque convincere ognuno di noi a cambiare mentalità, a ritornare a sentirsi parte integrante dei cicli vitali della natura e non più suoi padroni.

RIPENSARE LA CASA PER VIVERE MEGLIO E… SALVARE IL PIANETA

E’ stato accertato scientificamente che il surriscaldamento globale del pianeta è la diretta conseguenza di un esagerato aumento della presenza di gas serra nell’atmosfera, in particolare dell’anidride carbonica CO2, la cui emissione è causata prevalentemente dagli impianti di riscaldamento e di raffrescamento delle nostre case alimentati da combustibili fossili.

Diminuire in maniera sostanziale l’energia necessaria a riscaldare e a raffrescare le nostre case è la possibile e necessaria via d’uscita da questa grave situazione, unitamente alla rinuncia definitiva ai combustibili fossili.

Gli studi e le ricerche portati avanti da enti come l’Agenzia CasaClima di Bolzano e l’istituto Passivhaus di Darmastadt, hanno dimostrato da tempo che è possibile realizzare edifici con consumi energetici talmente bassi da non richiedere più l’installazione di impianti tradizionali per il riscaldamento e il raffrescamento. E che si può riscaldare e raffrescare una casa solo con energia rinnovabile, senza emettere fumi e CO2 in atmosfera, con una bolletta energetica decisamente più bassa e, soprattutto, ottenendo in cambio un comfort abitativo decisamente migliore. Sì perché vale questo paradosso: meno una casa consuma più è alto il suo comfort abitativo”!   

La sfida del cubo di ghiaccio è proporre la nuova edilizia ecosostenibile al posto di quella energivora e inquinante che abbiamo costruito negli anni passati, una nuova edilizia che ha al centro il benessere e il comfort degli abitanti e che è attenta e rispettosa dell’ambiente e delle esigenze delle generazioni future.

Ripensare la casa per vivere meglio e… salvare il pianeta.

DUE TIPE DA SPIAGGIA…

Due cabine da spiaggia, tipicamente riminesi, posizionate in piazza Cavour ospiteranno un cubo di ghiaccio per otto giorni.

Una rappresenta la tradizione costruttiva dagli anni ‘60, l’altra la Rimini del 2020 con la nuova edilizia biocompatibile ad alto comfort abitativo, isolata con un cappotto termico che mantiene all’interno il caldo d’inverno e protegge dal surriscaldamento estivo.

PERCHE’ RIMINI

Perché Rimini sa accettare le sfide, anche le più difficili, e ha le capacità per vincerle.

Perché Riminizzare deve diventare sinonimo di città che ha deciso di diventare verde, ecosostenibile, vivibile per i cittadini e attraente per i turisti.

COSTRUIRE COME?

Nei cinque convegni serali, negli approfondimenti delle “due chiacchiere in salotto” delle 18,30 di tutti i pomeriggi in piazza e nelle risposte degli esperti alle domande al punto informazione quotidiano, saranno puntualmente spiegate le modalità per realizzare edifici a bassa energia e per rendere efficienti e confortevoli gli edifici esistenti.

CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA SFIDA

In piazza Cavour verranno installate due cabine in legno, all’interno di ognuna delle quali sabato 5 maggio verrà posizionato un cubo di ghiaccio di un metro di lato (1 metro cubo che pesa circa 950 kg).

Le due cabine sono uguali, con le medesime dimensioni e con le pareti realizzate con assi di legno di 2 cm di spessore, ma una verrà ristrutturata secondo i criteri tecnici più aggiornati per evitare il freddo d’inverno e il surriscaldamento in estate: la formazione di un cappotto termico esterno realizzato con fibra di legno dello spessore di 25 cm, l’uso di un triplo vetro nella finestra e la posa di un telo di “tenuta all’aria” posto all’interno della cabina e sul lato esterno del cappotto. Inoltre le facciate e la copertura saranno del tipo “ventilato” ossia dotate di una camera d’aria di 3 cm di spessore all’interno della quale può muoversi l’aria.

Tali accorgimenti tecnici sono proprio quelli suggeriti dalle normative tecniche degli istituti di ricerca quali CasaClima di Bolzano e il Passivhaus di Darmstadt, da applicare agli edifici nuovi e, soprattutto, a quelli esistenti per mitigare gli effetti del freddo invernale e della calura estiva, con l’obiettivo di migliorare il comfort degli abitanti e di diminuire la spesa energetica dell’edificio.

Le due cabine saranno lasciate in piazza per otto giorni.

Lunedì 14 maggio verranno aperte le cabine, verrà pesato il ghiaccio rimasto in ognuna delle due cabine e, sulla base della differenza fra i due pesi, si potrà

CONVEGNI

1. venerdì 4 maggio ore 20.30 presso Rimini Innovation Square, Corso d'Augusto 62 Antonello Pasini, fisico del CNR

CAMBIAMENTI CLIMATICI: EFFETTO SERRA EFFETTO GUERRA?

2. lunedì 07 maggio ore 20.30 presso sala Cineteca via Gambalunga n. 27

ing. Sergio Pesaresi, logicagotica, docente CasaClima

RIPENSARE LA CASA PER CAMBIARE IL MONDO

3. mercoledì 09 maggio ore 20.30 presso sala Cineteca via Gambalunga n. 27

ing. Sergio Pesaresi, logicagotica, docente CasaClima

CONCETTI BASE DI UN EDIFICIO AD ENERGIA ZERO

dott. Tommaso Morelli, direttore Anthea

SCUOLA LA GABBIANELLA

4. venerdì 11 maggio ore 20.30, Rimini Innovation Square, Corso d'Augusto n. 62

ing. Matteo Rondoni, Agenzia CasaClima Bolzano

GLI IMPIANTI DI UNA CASA AD ENERGIA ZERO

5. lunedì 14 maggio ore 20.30 presso sala Cineteca, via Gambalunga n. 27

arch. Maria Donata Bancher, Agenzia CasaClima di Bolzano

PROGETTARE LA SOSTENIBILITA'

DUE CHIACCHIERE IN SALOTTO, PIAZZA CAVOUR ORE 18.30 - 19.00

1. venerdì 04 maggio ore 18.30

Antonello Pasini, fisico CNR

Cambiamento climatico

2. lunedì 07 maggio ore 18.30

VMC (ventilazione meccanica controllata) e AGGREGATO COMPATTO, impianti da scoprire

3. martedì 08 maggo ore 18.30

Due strumenti per la qualità edilizia: termocamera e Blower Door test

4. mercoledì 09 maggo ore 18.30

Energie in Comune con ass. Anna Montini, ing, Monia Colonna e ing. Chiara Fravisini del Comune di Rimini

5. giovedì 10 maggo ore 18.30

Anthea per sostenibilità

Costruire con la paglia

6. venerdì 11 maggio ore 18.30

CasaClima R con ing. Matteo Rondoni, Agenzia CasaCLima di Bolzano

7. sabato 12 maggio ore 18.30

economia circolare con LEGAMBIENTE

8. lunedì 14 maggio ore 18.30

sostenibilità con arch. Donata Bancher, Agenzia CasaClima di Bolzano

COL PATROCINIO DI
Comune di Rimini
Agenzia CasaClima di Bolzano
Anthea
Liceo scientifico Einstein
Piano Strategico
Ordine degli Ingegneri di Rimini
Ordine degli Architetti di Rimini
Collegio dei Periti di Rimini
Collegio dei Geometri di Rimini
Legambiente Emilia Romagna