Impianti di potenza basati su cicli Joule – Brayton elioassistiti

In questo articolo si presentano alcuni dei risultati dell’attività di RSE nell’ambito dei sistemi di generazione elettrica a fonte solare per via termodinamica tratti dal rapporto 2012 “Solar dish: tenute innovative per motori Stirling e studio per l’integrazione con cicli Brayton”.
È stata condotta una ricerca bibliografica [13]-[33] per conoscere lo stato dell’arte relativo agli impianti di potenza, basati su cicli Joule-Brayton, in parte o completamente alimentati da energia solare e le modalità con cui è possibile accoppiare i collettori solari con una tecnologia consolidata per la produzione di potenza.
La ricerca bibliografica ha evidenziato numerosi studi (relativi sia ad impianti sperimentali esistenti che a simulazioni numeriche) riguardanti l’impiego del solare termodinamico a concentrazione nell’ambito degli impianti a ciclo Rankine a vapor d’acqua [27]-[33]. In queste analisi la potenza termica ricavata dalla fonte solare viene utilizzata per l’alimentazione di impianti funzionanti sulla base del ciclo Rankine: il ricevitore solare è posto subito dopo la pompa, con lo scopo di scaldare l’acqua e quindi generare vapore per alimentare la turbina. Oppure viene anche contemplato l’impiego dei ricevitori solari nella sezione a vapore di cicli combinati [34]: il riscaldamento del vapore nella caldaia a recupero viene effettuata grazie alla potenza termica ricavata dalla fonte solare.
 

scarica il Rapporto da www.rse-web.it/documenti/documento/314867