Magazzini d'impresa: come chiedere l'esenzione IMU entro il 30 giugno 2018

Entro il 30 giugno è possibile chiedere l'esenzione dell'imposta per gli immobili invenduti, sia ristrutturati sia di nuova costruzione. Ecco come fare

L'esenzione dall'IMU sul cosiddetto magazzino d'impresa, ovverosia appartamenti e fabbricati ancora invenduti, è concessa alle imprese edili riguarda sia gli immobili di nuova costruzione, sia quelli che l’impresa ha acquistato e ricostruito, o ristrutturato nel corso del 2017 , e che non risultino locati o venduti.

Per tutto quello che non è "magazzino" - sia immobili, sia aree fabbricabili - resta fermo il termine del 18 giugno per pagare la prima rata dell’imposta relativa all’anno d’imposta 2017. L'esclusione dal pagamento dell'Imu è concessa anche per gli alloggi realizzati dalla cooperative edilizie, costruite ma non ancora assegnate ai soci.

Come beneficiare dell'esenzione

Gli immobili del magazzino devono essere completati e pronti per essere commercializzati, condizione che si realizza a partire dall’accatastamento dell'immobile, oppure dalla dichiarazione di fine lavori comunicata dal'’impresa al comune (ma solo se la dichiarazione viene seguita dall'effettivo accatastamento).

Per la dichiarazione Imu, occorre utilizzare un modulo apposito: tutte le informazioni sui beni merce, vanno indicate nelle righe che si trovano in fondo allo stesso modulo, e che sono riservate alle "Annotazioni". Il modulo può essere inviato sia per posta, tramite raccomandata, sia per posta elettronica, tramite casella di posta certificata.

IL MODULO PER LA RICHIESTA DI ESENZIONE E' DISPONIBILE IN FORMATO PDF


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su