Pagamenti di carburanti: dal 1° luglio vietati i contanti per le Partite Iva ma niente e-fattura (per ora)

In via di definizione il decreto Di Maio: dal 1° luglio prossimo i titolari di partite Iva che vanno a fare rifornimento potranno pagare soltanto con strumenti tracciabili: carta di credito, assegno o bancomat. E-fattura: slittamento del termine senza le sanzioni per chi non è in regola Scheda Carburante, rinviato l'obbligo di fatturazione elettronica

per i professionisti pagamento del carburante solo con mezzi traccuiabiliL'obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti per motori a trazione e per le forniture di beni e servizi nell'ambito della filiera dei sub appalti della PA, che sarebbe dovuto scattare dal primo luglio, prossimo sarà rinviato di 6 mesi e quindi l'entrata in vigore effettiva - con le sanzioni - arriverà dal 1° gennaio 2019.

In ogni caso, e questo interessa in particolar modo i professionisti tecnici e tutti i titolari di Partita Iva, le sanzioni ai benzinai saranno evitate solamente se gli stessi accetteranno esclusivamente pagamenti tracciabili, e quindi niente più contanti per chi chiede fattura e deve 'scaricare', ma solo carta di credito, assegni, bancomat.

Il tutto dovrebbe essere certificato nel breve in CdM, col decreto-legge ad hoc (da adottare entro il 30 giugno) a firma del neoministro de Lavoro e dello Sviluppo Economico Di Maio. Le soluzioni al vaglio sono in realtà due:

  1. stop alle sanzioni che sarebbero irrogate in caso di non emissione della fattura in formato elettronico da parte del distributore del carburante a condizione che dal 1° luglio il pagamento alla pompa di benzina per i titolari di partita Iva avvenga solo con strumenti tracciabili e quindi no contante;
  2. proroga netta dell'entrata in vigore della disposizione che obbliga all'emissione della fattura elettronica anche nei confronti dei consumatori al 31 dicembre 2018.

Ricordiamo, per completezza di informazione che l'adempimento è stato inserito nell'art.1, commi 920 e seguenti della Legge di Bilancio 2018 e fissa la decorrenza del 1° luglio per il debutto della fatturazione elettronica per tracciare le cessioni di carburanti verso le imprese, a fronte di pagamenti tracciati e con l'abrogazione della scheda carburante. Di fatto, si tratta di una prova generale di quello che sarà il sistema dei pagamenti a partire dal primo gennaio 2019 con l'entrata in vigore dell'obbligo per tutti i pagamenti dell'utilizzo della fatturazione elettronica.

Scheda Carburante, rinviato l'obbligo di fatturazione elettr