Architecture movie. Architects in the movie. Lo spazio filmico dell’architettura.

Martedì 26 giugno dalle 9.00 alla Casa dell’Architettura (Piazza Manfredo Fanti 47 Roma) si terrà l’incontro “Architecture movie. Architects in the movie. Lo spazio filmico dell’architettura. Nuovi orizzonti progettuali e creativi”, organizzato dall’OAR con ALA e con il patrocinio de La Sapienza Università di Roma.
 
Il convegno nasce per analizzare le molteplici connessioni tra cinema e architettura, discipline profondamente legate tra loro, a cominciare dalla dimensione spazio-temporale. La riflessione si allarga al cinema nelle sue diverse declinazioni: cinema come strumento narrativo e documentario della città e dell’architettura. 
Il cinema che ci racconta anche, attraverso la collaborazione con ALA Assoarchitetti e Dedalo Minosse Cinema, luci e ombre di un’architettura moderna sbarcata in Argentina, “Casa Curutchet”, unico progetto di Le Corbusier in America Latina che testimonia l’internazionalizzazione del Movimento Moderno e la metodologia di un architetto che, alla stregua di un regista, organizzava, programmava e guidava nel dettaglio i percorsi della vita e dello sguardo.
 
Porteranno i saluti, Flavio Mangione, presidente Ordine degli Architetti di Roma e provincia, Bruno Gabbiani, presidente ALA Assoarchitetti, Anna Maria Giovenale, preside facoltà Architettura Sapienza Università di Roma, Carlo Bianchini, Direttore dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura, Sapienza Università di Roma. Aprirà i lavori Roberta Bocca, Coordinatrice Comitato Tecnico della Formazione dell’OAR.
 
Interverranno:
Flavio Mangione, presidente OAR e Marco De Angelis, senior Vfx Architects, “Progettare e comunicare l’architettura con l’immagine e l’arte  cinematografica. Un percorso di formazione professionale”; Angelo Balducci, Architetto, “Animare e raccontare un progetto”; Giancarlo Soldi,  Regista e sceneggiatore, “Costruire un film. Città e architettura come strumenti di narrazione”; Graziano Marraffa, Presidente Archivio Storico del Cinema Italiano, Il cinema racconta la città, il cinema racconta l’architettura, il cinema racconta Roma”; Giorgia Dal Bianco, Direzione Artistica New City Map, "New city map. Come si costruisce un documentario di tematiche sociali"; Daniela Maurizi, Comitato per la riapertura del cinema Galaxy, "Luci sulla città. Un percorso di recupero delle sale cinematografiche"; Alessio Cecera, Vicepresidente Commissione Urbanistica Municipio XIV, “Il cinema rigenera la città. la legge regionale della “rigenerazione urbana” per il cinema”; Giorgio de Finis, Direttore artistico MAAM e MACRO Asilo, e Fabrizio Boni, Filmaker, “Space metropoliz. L’immaginazione, l’utopia e l’arte cinematografica rigenerano e raccontano la città”.
 
La sessione pomeridiana verrà introdotta da Bruno Gabbiani, Presidente ALA Assoarchitetti e da Gaetano Stella, Presidente Confprofessioni. Interverranno:
Giorgio Scianca, direttore Premio Dedalo Minosse Cinema, “Fantasmi e mostri. Argentina: la luce, il cinema e gli architetti”; Julio C. Santana, direttore Casa Curutchet, La Plata – Argentina, “Casa curutchet: l’aleph de la plata”.
 
Seguiranno la proiezione del film “Obra secreta” e il dibattito.
Previste per le 19.30 le conclusioni.
 
 
La partecipazione all’evento riconosce 8 crediti formativi ai partecipanti.
 
SCARICA LA LOCANDINA in PDF