CDS Win: in arrivo il modulo per gli Import/Export con Cad architettonici

Nella prossima edizione del software strutturale CDS Win, la S.T.S. ha sviluppato una procedura che consente l’import/export, all’interno dell’interfaccia grafica del programma, di un modello strutturale implementato con alcuni tra i CAD architettonici commercialmente più diffusi.

I software dedicati a questo utilizzo e compatibili con il software CDS Win sono: 

  • Revit® e ArchLine®, per i quali è stata sviluppata una specifica procedura;
  • Archicad®, Allplan®, Edificius®, etc…, per i quali l'importazione degli elementi strutturali avviene mediante la lettura e l'elaborazione dei dati esportati da questi CAD nel formato IFC.

Funzionalità

Tramite un’apposita funzione, è possibile importare oppure esportare l’intero schema strutturale dell’edificio da studiare; ovviamente lo schema così generato potrà essere liberamente modificato ed implementato dall’operatore in base alle esigenze del caso.

In particolare, nella nuova release l’Import da Revit® è stato ulteriormente potenziato. È adesso possibile ottenere l’importazione anche di strutture in acciaio o miste acciaio e calcestruzzo, ottenendo automaticamente la decodifica dei profilati.

L’esportazione del modello strutturale avviene sempre tramite formato IFC, che può essere correttamente letto da Revit® e Archicad® con riferimento a tutti gli elementi strutturali e non presenti nel modello elaborato in CDS. 

Il risultato del processo di import/export in IFC è quindi fedele alle informazione geometriche esportate in questo formato. La qualità del modello importato o esportato è quindi funzione della qualità dell'informazione reperibile nel file IFC. 

Per rendersi conto della rispondenza al progetto originale, può essere utile effettuare una “preview” del progetto esportato, in uno dei tanti visualizzatori IFC gratuiti reperibili in rete. 

Infine, è stata implementata una nuova procedura in ACR Win che consente l’import del computo metrico completo dai seguenti CAD architettonici: Revit® e Archicad®.

Al fine di rendere possibile un’importazione ottimale dal formato IFC è necessario attenersi alle seguenti linee guida

  • Gli elementi strutturali verticali (come ad es. i pilastri ed i setti), devono essere disegnati in modo da avere una corretta interpretazione strutturale (ad es. devono essere impostati da estradosso ad estradosso di ciascuna quota, senza alcuna soluzione di continuità lungo lo sviluppo verticale). 
  • Non è possibile importare elementi curvilinei. 
  • Gli elementi piccoli e tozzi, non essendo rilevanti dal punto di vista strutturale, vengono scartati.

tutte le info sul sito STS