Washington: prodotto calcestruzzo con legante a base di grafene e ceneri volanti

Redazione INCONCRETO 12/08/2018 2563

Alcuni ricercatori della Washington State University hanno tentato di trovare una soluzione al problema dell'uso delle ceneri volanti, un prodotto di scarto della generazione di energia elettrica a base di carbone: Xianming Shi, professore associato nel Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale della WSU, e studente laureato Gang Xu, hanno utilizzato il grafene nel loro nuovo metodo che utilizza la cenere volante per la produzione di calcestruzzo.

Un calcestruzzo a base di grafene e fly ash

calcestruzzo a base di grafene e fly ashNel nuovo calcestruzzo i ricercatori utilizzano come legante le ceneri volanti e l’ossido di grafene. La combinazione crea una nuova reazione chimica che porta a un prodotto durevole e simile al cemento.

Shi e Xu hanno progettato un calcestruzzo drenante a base di questo nuovo legante fly aah - grafente, con l’obiettivo di fornire una soluzione efficace per migliorare la resilienza del territorio, reintegrare le acque sotterranee e ridurre il potenziale di inondazioni.

Diversi test presso il campus della WSU hanno dimostrato che il nuovo calcestruzzo può resistere a vari tipi di carichi e temperature. Altri test, con sensori di monitoraggio inglobati nella massa del nuovo calcestruzzo, sono ancora in corso.

I ricercatori sperano di poter un giorno commercializzare la tecnologia brevettata. "Dopo ulteriori test, vorremmo costruire alcune strutture con questo nuovo legante a prova del concetto", ha detto Xu.

Il grafene, un materiale sempre più testato nel calcestruzzo

L’uso del grafene nel calcestruzzo è oggi un campo concreto di ricerca in forte espansione e numerosi progetti sono in corso. Nel giugno 2018, Talga Resources, società di materiali avanzati con sede in Australia, ha ottenuto alti livelli di conduttività elettrica nel calcestruzzo utilizzando un additivo sviluppato dal laboratorio di ricerca e sviluppo di grafene-grafite della società nel Regno Unito. Nell'aprile 2018, i ricercatori dell'Università di Exeter hanno sviluppato una nuova tecnica che incorpora il grafene nella produzione di calcestruzzo tradizionale, per renderlo più che doppio rispetto a cemento esistente e quattro volte più resistente all'acqua. Nel maggio 2017, Zenyatta Ventures ha annunciato che la fase successiva per testare un additivo concreto arricchito con grafene sta progredendo attraverso il loro accordo di collaborazione con Larisplast, un'azienda israeliana specializzata nel settore delle miscele in calcestruzzo.

Fonte: www.graphene-info.com