Prevenzione sismica: in California potrebbero chiudere un terzo degli ospedali

13/08/2018 1510

In California si avvicinano le scadenze per la prevenzione sismica delle strutture sanitarie

In California i fornitori di servizi ospedalieri stanno perdendo la corsa contro il tempo e rischiano di dover affrontare serie conseguenze reali se non sosterranno un cambio di passo per il soddisfacimento dei requisiti di sicurezza strutturale in ambito sismico definiti dallo Stato.

Secondo i dati dell'Ufficio dello Stato di Sanità e dello Sviluppo (OSHPD), delle circa 525 strutture per la cura acuta in California, circa 320 hanno almeno un edificio che verrà chiuso o dismesso se non saranno aggiornate entro il 2030, .

A San Diego, per esempio, solo un terzo dei 255 edifici della contea soddisfa i requisiti del 2030, secondo i dati dello stato. La situazione è migliore rispetto della contea di Orange, dove solo il 29% dei 236 edifici è conforme, e della contea di Los Angeles, dove solo il 19% di 686 edifici soddisfa attualmente i mandati statali. In alcune piccole contee, dove ci possono essere solo due o tre strutture, la percentuale è pari a zero.

Per molte strutture sanitarie, i requisiti sismici sono complessi e scoraggianti, un elemento pubblicitario costoso per un budget futuro. Troppe aziende stanno sottovalutando i requisiti e il tempo richiesto per la conformità e l'impatto a lungo termine delle loro decisioni.

 

Fonte: BUILDING DESIGN + CONSTRUCTION USA