Ponte Genova: Renzo Piano regala un "idea di ponte" alla sua città

RENZO-PIANO.jpg

Nella giornata di ieri, 28 agosto, l’Archistar e Senatore a Vita Renzo Piano ha incontrato presso il Palazzo della Regione Liguria il governatore Toti e il sindaco di Genova Bucci, con Piano anche la sua “idea di ponte” tradotta in un plastico. 
Quando è crollato il viadotto Morandi “ero a Ginevra - ha detto Piano - e da allora non penso a altro”. 

Renzo Piano ha sottolineato l’urgenza di ricostruire rapidamente il ponte ma “non in fretta, deve rappresentare la città”.

“E’ normale da genovese pensare subito a cosa fare e spero di essere utile – Piano ha poi chiarito – Non voglio sostituirmi a nessuno. Ci vogliono bravi costruttori, bravi ingegneri e concorsi di architettura”. 

Inoltre, Piano sottolinea la necessità di affrontare il tema della rigenerazione urbana per l’intera area della Val Polcevera “dietro a questo ponte non c’è solo la ricostruzione ma anche l’orgoglio della città”. 

“Un progettista si aiuta con schizzi, oggetti ma di qui a dire che ci sia una idea progettuale è eccessivo – ha poi proseguito – Deve essere un ponte che esprime la sua «genovesità» e il ricordo di una tragedia”. E' questo il commento rilasciato dall'architetto alla testata genovese il Secolo XIX senza fornire alcun dettaglio sul plastico consegnato in Regione.

>>> Guarda l’intervista del TG1 a Renzo Piano

“Ancora una volta l’architetto e senatore a vita Renzo Piano ha colpito nel segno, considerando elemento imprescindibile della sua “idea di ponte” la rigenerazione dell’intera area della Val Polcevera.

Così si è espresso Giuseppe Capocchin, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

 “Un grazie particolare a Renzo Piano - prosegue Capocchin nel comunicato ufficiale del CNAPPC -  per aver sottolineato l’importanza che il progetto di rigenerazione venga attuato mediante concorsi di progettazione, aprendoli ai giovani e offrendo ai talenti la possibilità di emergere.”

Intanto il governatore Toti, dalla sua pagina Facebook, riguardo la futura ricostruzione ha postato:
“Per un volta possiamo farla semplice: Autostrade apre il cantiere e paga il conto. Fincantieri costruisce il ponte(se serve con altre primarie imprese necessarie per il loro know-how). Renzo Piano regala a Genova il disegno di un ponte bellissimo. Così, senza polemiche, la città può riavere in fretta un'opera indispensabile, sicura e meravigliosa. Così si onora davvero chi ha perso la vita".
Un commento del governatore della Regione Liguria di accompagnamento a una foto che lo ritrae insieme a Renzo Piano e al plastico offerto dall’architetto alla sua città."

post-toti-con-renzo-piano.jpg

L'idea del ponte consegnata da Piano alla Regione Liguria si mostra come una struttura semplice, un ponte lineare sorretto da piloni e privo di stralli. La memoria della tragedia, dovrebbe secondo indiscrezioni, essere rappresentata da 43 pali (come il numero delle vittime) a illuminare dall’alto del ponte la Val Polcevera.