Dai mercati internazionali all'Italia: crescita e sviluppo del Bim in Italferr

Giugno 2013, Doha: l’adozione della metodologia Bim da parte di Italferr parte da lontano

La commessa della Red Line della metropolitana della capitale del Qatar, è stata il primo banco di prova della società di ingegneria del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, tra le poche realtà ad aver applicato il Building Information Modeling anche in progetti «orizzontali».

«Abbiamo cominciato a usare il Bim in un progetto molto complesso - racconta Admir Nocaj, direttore Sviluppo Mercato ed Estero di Italferr - in un Paese nuovo per noi e oltretutto sviluppato in lingua inglese. Iniziare all’estero è stata una sfida e un’anomalia, ma anche la dimostrazione della capacità tecnica e di adattamento che ha avuto la nostra struttura. Alla fine è stato un grande successo, è il miglior progetto che abbiamo consegnato negli ultimi anni ed è diventato la bandiera per lo sviluppo del Bim anche nei progetti nazionali».

Il know-how specialistico, la consolidata esperienza nella realizzazione di grandi progetti infrastrutturali e l’introduzione del Bim, hanno contribuito al successo di Italferr all’estero e in Italia.
Admir Nocaj, direttore Sviluppo Mercato ed Estero, ripercorre le tappe e le scelte strategiche che hanno portato la società d’ingegneria a essere tra i pioneri del Bim, in grado di competere con i maggiori players internazionali.

>>> GUARDA la video intervista ad ADMIR NOCAJ

intervista-a-admir-nocaj.jpg

www.italferr.it