Voucher digitalizzazione PMI: richieste possibili entro il 14 dicembre 2018. Il riepilogo

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha prorogato fino al 14 dicembre 2018 il termine per ultimare le spese progettuali delle piccole e medie imprese che vogliono richiedere il voucher per cofinanziare gli interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico

Voucher digitalizzazione: proroga richieste al 14 dicembre 2018

Con il decreto direttoriale del 1° agosto 2018, il Ministero dello Sviluppo Economico ha prorogato fino al 14 dicembre 2018 il termine per ultimare le spese progettuali delle piccole e medie imprese che vogliono richiedere il voucher per cofinanziare gli interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

A seguito della proroga per la presentazione dei progetti, il voucher per la digitalizzazione delle Pmi, introdotto con il decreto interministeriale 23 settembre 2014, può essere richiesto sul sito del Mise al seguente link agevolazionidgiai.invitalia.it - dopo aver provveduto al pagamento a saldo di tutte le spese - sempre a partire dal 14 settembre 2018 ma fino al 14 marzo 2019.

La misura prevede un contributo, tramite concessione di un voucher di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all'adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

Voucher digitalizzazione: liberi professionisti ok solo se iscritti al Registro delle imprese

I liberi professionisti titolari di partita Iva, compresi quelli tecnici, possono accedere alle agevolazioni solo ed esclusivamente se iscritti al Registro delle imprese. Questo significa che la sola iscrizione ad un albo professionale non è sufficiente per richiedere l'agevolazione, ma l'attività deve essere svolta in forma di impresa.

Pertanto, gli studi professionali e, più in generale, i liberi professionisti possono accedere alle agevolazioni solo qualora svolgano la propria attività in forma di impresa e siano iscritti, alla data di presentazione della domanda, al Registro delle imprese.