L'acciaio nella riqualificazione urbana: la ricostruzione del Pont Du Triangle - Francia

FONDAZIONE PROMOZIONE ACCIAIO 04/10/2018 1844

la ricostruzione del Pont Du Triangle - Francia

L'estetica dell'acciaio nella riqualificazione urbana

Il comune di Dunkerque ha riqualificato il percorso da Saint-Pol-sur-Mer a Fort-Mardyck, prevedendone un'interessante opera d'arte oltre che lavori di sterro e di viabilità. L'opera è inserita in un ambiente concepito come spazio verde pubblico, tra le due aree urbane di Saint-Pol-sur-Mer a est e Fort-Mardyck a ovest.

La precedente opera in cemento armato era stata costruita nel 1977, poi demolita in seguito nel marzo 2011 per ragioni di sicurezza, a causa del deterioramento dei suoi appoggi. La vecchia struttura, in cemento armato precompresso di aspetto obsoleto, forniva una percezione opprimente del paesaggio. La struttura della vecchia e rumorosa passerella pedonale ha lasciato il posto ad un nuovo ponte realizzato con quattro file di travi laminate in acciaio, collegate in continuità mediante traverse in c.a. gettato in opera, che sorreggono una soletta prefabbricata in c.a. ricoperta di asfalto con trattamento acustico. La nuova costruzione, avente un profilo molto più snello ed elegante, sostituisce dunque il vecchio ponte e la passerella per pedoni e ciclisti.

la ricostruzione del Pont Du Triangle - Francia

Vista della vecchia struttura (a sinistra) e della fase di demolizione (a destra) 

La nuova struttura costituisce uno dei principali collegamenti nel comune di Dunkerque, consentendo il ripristino del collegamento di trasporto pubblico (quattro linee), la cui rimozione aveva prodotto congestioni nel traffico urbano. La volontà dell'Architetto e della Committenza di concepire l'intervento come una riqualificazione positiva dell'area interessata ha fatto ricadere la scelta sull’acciaio per la sua efficienza e le sue qualità estetiche ed economiche. L’impalcato è stato realizzato in struttura mista acciaio-cls con orditura di travi a sostegno dell’impalcato, verniciate in nero. La veletta a forma di ala di gabbiano, tipico uccello del Passo di Calais, perpetra il suo slancio grazie alla sagoma concava dei parapetti.

la ricostruzione del Pont Du Triangle - Francia

Vista delle velette

Nell’insieme è evidenziata la leggerezza e la delicatezza dell’impalcato. A completamento dell’opera i lampioni, quasi una linea scura staccata dalla struttura, si piegano armoniosamente verso i fruitori della passerella. Le scelte del progettista sono efficaci nel risultato finale: l’opera si staglia con slancio, dando un valore aggiunto di eleganza all'ambiente. 

I vincoli da superare e geometria della struttura

Gli ostacoli da superare erano una linea ferroviaria a due corsie e il vecchio canale di Mardyck. La nuova struttura è rettilinea, con una lunghezza totale di 116 m. Per l’andamento altimetrico dell’opera è stato previsto un raggio di curvatura di 600 m, in modo da superare la sagoma limite di 6,5 m e collegarsi agevolmente con le rampe. La sezione trasversale del viadotto è larga 13,3 m e contiene una doppia corsia di traffico, un marciapiede per i pedoni e una pista ciclabile su entrambi i lati della carreggiata.

La snellezza della struttura (rapporto: lunghezza della campata / altezza dell’impalcato) dell'ordine di 35 è molto significativa perchè imposta dalla nuova misura di tollerenza ferroviaria da rispettare - 1m più alto del precedente per motivi di sicurezza. Questo vincolo impone sistemi strutturali molto efficienti: il ponte con telaio in acciaio si è rivelata la soluzione più adatta.

A livello di impianto, è stata proposta un’estensione della campata laterale sul lato di Saint-Pol-sur-Mer (da 25m iniziale a 28m) al fine di un miglioramento geotecnico ed estetico delle spalle del viadotto. Le pile e le spalle sono di tipo classico in cemento armato rivestito e su fondazioni profonde.

ponte dunkerque seione

Dettaglio sezione di una trave a cassone

La sezione trasversale corrente prevede quattro travi metalliche (interasse 3,6 m) a cassone chiuso. Grazie alla rigidezza torsionale conferita da questi elementi, è possibile evitare l’utilizzo di irrigidimenti trasversali, a semplificazione del sistema strutturale. In corrispondenza delle spalle e delle pile intermedie le travi sono collegate da traverse di unione in cemento armato.

ponte dunkerque: dettagli

Dettaglio laterale di connessione della testa delle travi con le traverse in c.a. (in rosso) mediante pioli tipo Nelson

per continare a leggere VAI ALLA PAGINA DEL SITO DI FONDAZIONE PROMOZIONE ACCIAIO

FONDAZIONE-PROMOZIONE-ACCIAIO.jpgSi ringrazia FONDAZIONE PROMOZIONE ACCIAIO per la gentile collaborazione