Il BIM User Group Italia va a Digital&BIM by SAIE (Bologna 17-20 Ottobre 2018)

BIM User Group Italia 12/10/2018 1564

Con grande piacere anche quest'anno il BIM User Group Italia interverrà a Digital & BIM by SAIE, con una rinnovata serie di conferenze e per la prima volta di laboratori!

Per chi non ci conoscesse, Il BIM User Group Italia è un gruppo informale di professionisti esperti di BIM. È un gruppo di condivisione e divulgazione, che attualmente vede la partecipazione di BIM manager, coordinator e Specialist dei principali studi italiani.

Dopo la bella esperienza dell'anno scorso, dove oltre 20 professionisti del BIM, provenienti da tutta Italia, hanno trovato nella cornice di Digital&BIM 2017, uno spazio dove raccontare e condividere la loro esperienza professionale, anche quest'anno abbiamo deciso di dare in nostro supporto in forze all'evento. Lo facciamo perché crediamo si tratti di una bella occasione per ritrovarsi e condividere e per creare una cultura digitale propedeutica alla ricezione delle trasformazioni in corso nella professione.

bug-italy-digital-bim.jpg

Una immagine dell'arena BUG Italy dell'anno scorso

Il BIM User Group Italia propone un programma di contenuti più che raddoppiato rispetto all’edizione precedente: più di 30 speakers interverranno nell'arco di ben 7 mezze giornate. Il tutto supportato da una serie di contributi di avvicinamento prodotti dagli speaker stessi. 

Il Programma delle Arene (17-20 Ottobre - Ore 9.40 - 13) - Arena 7: BIM, digitalizzazione e progettazione parametrica.

Il programma dell'Arena 7 a Cura del BIM User Group Italia >>> vai al LINK

Per tutte e quattro le giornate dell'evento, ogni mattina, il BIM User Group Italia proporrà una serie di interventi che si terranno presso l'Arena 7: BIM, digitalizzazione e progettazione parametrica.

Ogni giornata è caratterizzata una fitta serie di interventi collegati attraverso un tema scelto tra quelli più rilevanti per la nostra industria. Nella prima giornata vedremo principalmente Casi Studio legati al BIM, mentre nella seconda si parlerà di Computational Design e dei suoi vari campi di applicazione. Nella terza giornata si guarderà al BIM parlando di Automazione e Management. Infine nella quarta e ultima si parlerà di Sostenibilità e Interoperabilità.

Venite a trovarci! quale occasione migliore per parlare e conoscere le persone che ogni giorno lavorano per promuovere il BIM e la Digitalizzazione nel settore delle costruzioni. Interverranno:

Matteo Simione, Andrea Agostini, Alberto Tono, Davide Presta, Stefano Colombelli, Luigi Cesca, Alessandro Sartini, Giacomo Bergonzoni, Fabrizio Sampietro, Riccardo Pagani, Marco Bisin, Viola Cambié, Manuel André Bottiglieri, Simone Pozzoli, Pasquale Idone, Matteo Guardini, Emiliano Capasso, Matteo Sarrocco, Andrea Reina Rojas, Diego Minato, Vincenzo Panasiti, Simone Caimi, Giulio Drudi, Stefano Politi, Thorsten Lang, Michele Carradori, Luigi Dattilo, Francesco Laudicina.

I Laboratori BIM (17-18-19 Ottobre a partire dalle 2 pm) Sala Gavotta

Il programma dei laboratori è consultabile a questo LINK

>>> ISCRIZIONI a questo è il LINK

La vera novità di quest'anno sono i laboratori targati BIM User Group Italia. Se le arene sono il posto dove si può osservare e discutere, i laboratori sono lo spazio dove sporcarsi le mani e mettersi all'opera. Nei laboratori alcuni dei migliori professionisti del BIM in Italia faranno delle lezioni operative di introduzione su strumenti e tecniche di Computational BIM.

I laboratori hanno un costo simbolico (20 euro a giornata) e per partecipare è necessario iscriversi.


Per partecipare ai laboratori è necessario venire dotati del proprio pc, con i software necessari installati.


Il programma dei Laboratori 

Il laboratori sono strutturati su un'offerta formativa molto ampia e strutturata. Lo scopo non è promuovere l'uso di un singolo software ma di promuovere una cultura digitale che vede l'utilizzo di diversi software non come fine ultimo, ma come mezzo per permettere al progettista di esprimere maggiore creatività e controllo sul progetto. In questi laboratori non si impara ad usare uno specifico software si impara a raggiungere i propri obiettivi professionali attraverso l'uso di strumenti digitali! a seguire una descrizione delle giornate e degli interventi.

Mercoledì 17 Ottobre - Il computational design con Dynamo tra produttività e progettazione

La giornata di Mercoledì avrà come tema l'uso di Dynamo come strumento per potenziare il proprio ciclo di lavoro quotidiano con Revit. Spazieremo tra come migliorare la propria giornata automatizzando task repetitive a come collegare il proprio modello di Revit a google calendar per esplorare temi come la gestione e manutenzione. Inoltre vedremo come utilizzare l'analisi solare come strumento di gestione di spazi per eventi.

1 - Basic tip&tricks di Dynamo nel lavoro giornaliero con Revit

Ora di inizio: 14.00

Docente: Antonio Vellucci.  

Abstract Laboratorio:  Il crescere della complessità delle opere da realizzare porta ad un uso sempre più importante di software parametrici. Questo implica a sua volta una maggior preparazione tecnologica da parte dei progettisti, soprattutto in termini di competenze. In particolare, uno degli aspetti in cui il progettista sta e deve continuare ad evolvere è nel far proprie delle competenze minime di coding, per affrontare le frequenti situazioni dove ci si ritrova alle prese con delle lavorazioni ripetitive e con alta probabilità di errore. In questo laboratorio vedremo come far fronte a queste difficoltà con un utilizzo semplice di Dynamo, al fine di risparmiare tempo e mantenere sotto controllo la qualità delle informazioni inserite nel modello Revit.

Software Necessari:

  • Revit 2018.3.1
  • Dynamo v. 2.0.1

2 - La Luce e il tempo attraverso Dynamo: Un modo pratico per affrontare il management

Ora di inizio: 15.30

Docenti: Domenico Longo e Simone Pozzoli

Abstract Laboratorio:  Il laboratorio verterà su un’esercitazione pratica, basata sullo sviluppo di uno script che permetterà di analizzare e comprendere, in un arco di tempo definito, l’irraggiamento solare di un oggetto BIM. Sarà quindi, grazie all'utilizzo di tecniche avanzate di computational BIM, possibile ottenere dati informativi utili, ai fini del Facility Management, direttamente dal modello stesso.

Software Necessari:

  • Revit 2018.3.1
  • Dynamo 2.0.1
  • Dynamo Packages
    • Clockwork for Dynamo 1.x versione 1.32.0
    • Ladybug versione 0.2.1
    • Spring nodes versione 132.2.8

3 - RevitCalendar - interoperabilità tra Revit e Google calendar

Ora di inizio: 16.50

Docenti: Mauro Sogni e Simone Pozzoli

Abstract Laboratorio: RevitCalendar - interoperabilità tra Revit e Google calendar Nel workshop verranno affrontate le problematiche nella gestione delle date all’interno di Revit e le metodologie per la risoluzione parziale del problema in uno scenario di Asset Maintenance. Verrà affrontata la possibilità di collegamento tra Revit e Google Calendar per la gestione degli interventi di manutenzione sugli elementi del fabbricato. Non verrà affrontato un caso studio, ma un esercizio di coding in Python all'interno di Revit su elementi base in modo che gli iscritti possano modificare quanto fatto secondo le proprie necessità.

Software Necessari:

  • Revit 2018.3.1
  • PyRevit

Giovedì 18 Ottobre - Basi di interoperabilità tra Rhino, Revit e Archicad: il computational design come strumento di comunicazione tra diversi software.

In questa giornata vedremo come Grasshopper, l'applicativo di visual scripting di Rhinoceros, può essere utilizzato come strumento di collegamento tra diversi software. Vedremo come collegare Rhinoceros sia a Revit che ad Archicad.

1 - La gestione delle geometrie complesse – Il Computational Design e interoperabilità tra Rhinoceros e Autodesk Revit

Ora di inizio: 14.00

Docente: Andrea Agostini

Abstract Laboratorio: L’utilizzo delle tecnologie digitali sta cambiando il paradigma nel settore AEC e la modellazione 3D è sempre più utilizzata come strumento per pensare, rappresentare e costruire. Questo nuovo approccio non deve però far decadere la creatività durante le fasi di progettazione e vincolarci a pensare secondo le rigide dinamiche dei software. L'utilizzo del Computational Design, ponendosi a metà strada tra la rigidità dei software BIM authoring e la flessibilità della programmazione ci consente piena libertà nella creazione e parametrizzazione delle geometrie, facilita la codifica e la gestione delle complessità progettuali. Durante il laboratorio organizzato dal Digital&BIM, andremo a strutturare un worflow che consenta l’interoperabilità in realtime tra Rhinoceros e Autodesk Revit utilizzando Grasshopper e Dynamo. La connessione Rhinoceros-Revit crea un collegamento diretto tra creatività e BIM: potendo creare forme complesse con Rhinoceros per poi gestirle all’interno di Revit ci consente di progettare in piena libertà, aumentando la precisione e velocizzando il processo.

Software Necessari:

  • Rhinoceros 5 R14
  • Grasshopper v0.9 per Rhino 5.0
  • Revit 2019 / 2018
  • Dynamo 2.0.1
    • LunchBox plg-in for Dynamo

2 - Dal Computational Design al BIM - Basi di Interoperabilità - Rhinoceros Grasshopper Archicad

Ora di inizio: 15.30

Docente:  Yoseph Bausola Pagliero

Abstract Laboratorio: Il Computational Design o Visual Programming Language (VPL) è ad oggi una delle tecniche più avanzate nel campo dell’AEC e del Design. Tale tecnica è resa possibile grazie a un sistema a grafo attraverso cui il progettista crea, controlla e ottimizza, progetti di complessità crescente L’ampio uso di queste tecniche nell’ultima decade ha portato studi di Architettura, Ingegneria e di Design a raggiungere nuovi traguardi tecnici e stilistici, tanto da diventare “simbolo” ed espressione di importanti studi internazionali come ad esempio Arup, Norman Foster, Hok, Zaha Hadid, Big e Pininfarina. Durante il Laboratorio BIM organizzato dal Digital&BIM Italia verranno introdotte tecniche di Computational Design all’interno del flusso di lavoro della piattaforma Authoring BIM di Archicad, così da trarre i vantaggi dell’interoperabilità nel processo creativo del progetto

Software Necessari:

  • Rhinoceros versione 5 SR 14
  • Grasshopper versione 0.9.0076
  • Archicad 22 Build 3009
  • Grassshopper Archicad 22 Live Connection 

Venerdì 19 Ottobre - Revit e Dynamo per la modellazione delle forme complesse e l'analisi energetica.

Nella giornata conclusiva dei laboratori, vedremo come Revit e Dynamo possono essere utilizzati come strumenti per la gestione di forme complesse e per l'analisi solare.

1 - Costruzione di Forme Complesse attraverso i componenti adattivi

Ora di inizio: 14.00

Docente: Claudio Vittori Antisari

Abstract Laboratorio: Quando si parla di progettazione di forme complesse di solito non è Revit il primo software ad esser menzionato. Questo preconcetto è di solito legato sottovalutare una serie di funzioni che il software offre e che consentono di eccellere in questa disciplina. Una volta domata la progettazione delle forme complesse, Revit offre una serie di strumenti per studiarne la possibile fabbricazione. La progettazione, discretizzazione e costruzione di forme dalle geometrie complesse richiede una serie di strategie attraverso strumenti di progettazione parametrica e in particolare in questo laboratori sarà esplorato l'uso dei Componenti Adattivi di Revit.

Software Necessari:

  • Revit 2018.3.1

2 - Progettazione parametrica di una facciata attraverso l'analisi solare

Ora di inizio: 15.30

Docente: Giacomo Bergonzoni, Fabrizio Sampietro e Ivan Cincotta

Abstract Laboratorio: Progettare una facciata con un pattern parametrico con i seguenti obiettivi:1. Massimizzare l’irraggiamento solare per il posizionamento di pannelli solari per la produzione in sito di energia rinnovabile2. Massimizzare la quantità della illuminazione naturale interna (Daylight Factor)3. Minimizzare l’utilizzo del materiale di costruzione.Il tutto dovrà essere sviluppato nel rispetto del programma interno all'edificio assicurando la privacy o la trasparenza in base alla funzione dei locali.Workflow: Modellazione di una facciata continua in Revit con pannelli parametrici. Posizionamento dei pannelli e gestione dei parametri, secondo logiche di performance e di programma, attraverso Dynamo. Controllo della quantità dei materiali da costruzione utilizzati, attraverso gli abachi di Revit.Software Necessari:

  • Revit 2018.3.1
  • Dynamo Revit 1.3.2.2480
  • Dynamo Packages:
    • Archi-lab.net
    • Clockwork for Dynamo 1.x
    • Honeybee
    • Ladybug
    • LunchBox for Dynamo
    • Rhythm
    • Spring nodes
  • Radiance to C:\Radiance

CI VEDIAMO A BOLOGNA?