Tekla Structures per la progettazione della centrale elettrica Heris Power Plant in Iran

HARPACEAS 19/11/2018 1375

Per la centrale elettrica Heris Power Plant in Iran, CUBE sceglie Tekla Structures

Tekla Structures è stato il software di riferimento con cui CUBE si è occupata del progetto di costruzione della centrale elettrica Heris HRSG, uno dei più grandi sistemi installati in Iran.

Con oltre 15 anni di esperienza nei progetti di ingegneria a tutti i livelli, CUBE srl con sede a Terni ha sviluppato una particolare professionalità nella realizzazione di strutture industriali e civili in acciaio e calcestruzzo e sistemi tecnologici. I principali settori di attività sono le centrali elettriche, gli impianti di produzione di petrolio e gas e gli impianti industriali, insieme alle opere civili sia per scopi commerciali sia residenziali. Con Tekla Structures CUBE si è occupata del progetto di costruzione della centrale elettrica Heris HRSG, uno dei più grandi sistemi installati in Iran e in tutti gli altri Paesi della regione.

heris-power-plant-tekla-1.jpg

Lo Heris Power Plant in Iran

heris-power-plantIn una regione dell’Iran particolarmente ventosa, con venti che raggiungono i 182 km/h di velocità, e con una notevole attività sismica, la realizzazione del progetto di una Centrale elettrica a ciclo continuo, l'impianto "2x500 MW Heris HRSG Power Plant", ha dovuto tenere conto di questi fattori fin dalle prime fasi ideative.

Il progetto consiste nello sviluppo di tutta la struttura dall’ingegneria di base fino all’ingegneria di dettaglio dell’Heat Recovering Steam Generator e di varie altre componenti ausiliarie, per una costruzione complessiva di oltre 1.300 tonnellate di acciaio.

Seguendo le indicazioni della committenza il lavoro di CUBE srl ha ricoperto le diverse fasi del processo di progettazione delle strutture principali e secondarie, modellando tutte le parti fino ai disegni definitivi. "Come nostro flusso di lavoro standard – racconta Federico Mecarelli di CUBE srl – utilizziamo il software Tekla come database dell’intero processo progettuale. Le informazioni del team di calcolo vengono immediatamente verificate nel modello e definite o corrette in tempo reale prima della nascita di problemi o interferenze".

Un elemento importante è stato l’elevatolivello di dettaglio richiesto dalla committenza rispetto alla dimensione complessiva del sistema e per questo ogni singola parte del progetto comprese le componenti per l’isolamento termico e singoli perni di giunzione sono stati modellati con l’utilizzo di Tekla Structures.

"Abbiamo realizzato un modello Tekla con oltre 115mila oggetti – spiega Federico Mecarelli – ogni dettaglio è stato modellato e controllato per evitare interferenze e problemi di installazione. Uno degli aspetti più vantaggiosi dell’utilizzo di Tekla per questo progetto è stata la possibilità di avere un unico modello su cui lavorare e che rappresentava per noi un contenitore di informazioni a partire dal calcolo passando per il dimensionamento fino alle informazioni per la costruzione e per il montaggio".

L’interoperabilità del software Tekla Structures in un sistema BIM ha permesso lo scambio di informazioni con il committente e i contractor coinvolti nella realizzazione e il passaggio di dati da software e sistemi differenti. Questo ha favorito la piena collaborazione di tutte le parti in causa.  L’utilizzo di Tekla Structures ha garantito anche di avere sempre sotto controllo i tempi e i costi dello sviluppo dell’ingegneria del progetto.

heris-power-plant-tekla-3.jpg