Accumuli di energia elettrica: come tenerne conto nel calcolo della prestazione energetica

Il progetto UNI/TS 11300-7 per tener conto dei sistemi di accumulo in caso di calcolo della prestazione energetica

energia greenLa specifica tecnica in oggetto all’inchiesta del CTI del 30/10/2018  ha lo scopo di fornire un metodo per il calcolo della prestazione energetica degli edifici che tenga conto dei sistemi di accumulo elettrico in situ. In particolare, vengono fornite due metodologie di calcolo, una su base mensile e una su base oraria. 

Il metodo dinamico (su base oraria) prende in considerazione la producibilità dell’impianto, i fabbisogni elettrici dell’edificio e le caratteristiche dell’accumulo. Tale metodo permette di quantificare l’energia elettrica prodotta e immediatamente consumata, quella accumulata, quella utilizzata in un secondo momento per coprire i fabbisogni dell’edificio, l’energia elettrica esportata e quella importata. 

Per quanto riguarda il calcolo su base mensile la specifica tecnica rimanda alla UNI EN 52000-1:2019.

Il prUNI TS 11300-7 si applica a tutti i sistemi di accumulo elettrico, vengono invece esclusi gli UPS (gruppi di continuità statici). I sistemi di accumulo considerati sono in grado di stoccare l’energia elettrica prodotta in situ, non viene invece considerato l’accumulo di energia elettrica proveniente da una rete esterna all’edificio.