I lavori di ristrutturazione con obbligo di comunicazione ENEA. Riepiloghiamo quali sono

ristrutturazioni-e-costruzioni-progettazione-700.jpg

Monitoraggio energetico degli interventi di ristrutturazione

Dal 21 novembre 2018 è online il sito http://ristrutturazioni2018.enea.it/ attraverso il quale è possibile inviare all’ENEA i dati relativi agli interventi di ristrutturazione edilizia effettuati nel 2018 che comportano un risparmio energetico o l’impiego di fonti energetiche rinnovabili.

Inoltre, è stata messa a disposizione degli utenti una guida al fine di chiarire in quali casi sia necessario l’invio della documentazione. Per gli interventi che comportano un risparmio energetico o l’impiego di fonti rinnovabili, è quindi necessario fornire all’ENEA i dettagli tecnici del lavoro stesso.

L’invio della documentazione è fondamentale per valutare il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni a seguito delle politiche messe in atto dal governo.

I lavori interessati

L’obbligo di comunicazione ENEA interessa i lavori ultimati a partire dal 1 gennaio 2018 per cui è richiesto il bonus ristrutturazione. L’obiettivo del provvedimento è quello di monitorare il risparmio energetico conseguente gli interventi. Nella guida è presente l’elenco completo degli interventi per cui è necessario inviare la comunicazione.

interventi soggetti obbligo comunicazione Enea

Figura 1 – Elenco interventi soggetti all’obbligo di comunicazione ENEA (fonte: Guida AdE Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali – agg. 23 novembre 2018)

Come avviene l’invio della documentazione

A partire dal 21 novembre 2018 la consegna della documentazione deve essere effettuata entro 90 giorni dalla fine dei lavori. Per gli interventi già conclusi il conto dei 90 giorni parte dalla data di messa online del sito (ovvero 21 novembre 2018).

Per la comunicazione all’ENEA si devono seguire sei step:

  • registrazione dell’utente;
  • dati del beneficiario;
  • dati dell’immobile;
  • scheda degli interventi;
  • riepilogo;
  • trasmissione.

Il mancato invio della documentazione preclude l’accesso alle detrazioni sui lavori di ristrutturazione.