LETTERA APERTA AI PREFABBRICATORI ITALIANI

Questo scritto è indirizzato ai responsabili di tutte le Aziende iscritte, o da poco tempo dimissionarie, in ASSOBETON: Associazione Nazionale Industrie Manufatti Cementizi. 

Abbiamo avuto notizia, da una affidabile fonte associativa, che alcuni aderenti ad Assobeton vorrebbero proporvi nella prossima Assemblea Generale, che si terrà presumibilmente nella primavera 2013, di deliberare la messa in liquidazione, e quindi la chiusura, della vostra Associazione.
Questa eventualità ci ha profondamente colpito ed è il motivo di questa nostra iniziativa.
Pur pienamente coscienti della gravità della crisi che sta squassando il settore, a seguito della drammatica congiuntura dell’intero sistema produttivo nazionale, crediamo doveroso formulare questo nostro appello affinché la chiusura di Assobeton venga scongiurata.
Lo facciamo in forza della lunga militanza associativa da noi vissuta prestando il nostro volontario contributo per molti anni nell’assolvimento di varie cariche sociali, fino alla Presidenza.
Assobeton, con i suoi 57 anni di attività, rappresenta una delle più antiche realtà associative di piccole e medie industrie nel sistema imprenditoriale italiano.
Decretarne lo scioglimento vanificherebbe un lungo percorso che ha portato il vostro (e nostro) settore industriale a quegli alti livelli di autorevolezza, sia nel campo normativo che relazionale, acquisiti nel tempo grazie alle numerosissime iniziative messe in atto dai tanti vostri colleghi che, nel corso di molti anni,hanno voluto dedicare a questo nobile scopo una parte importante delle loro varie competenze.
Già in passato, nei primi anni dopo la fondazione, la vostra Associazione ha dovuto affrontare periodi difficilissimi, sia per l’iniziale scarsa adesione di molti produttori che per le periodiche crisi di mercato che hanno, in più occasioni, penalizzato l’intero comparto. In questi frangenti i nostri predecessori hanno ridotto in modo necessariamente adeguato il peso organizzativo, mantenendo in vita solo le primarie attività rappresentative poste alla base dell’Associazione, grazie alla collaborazione volontaria di molti associati.
È quello che vi chiediamo di ripetere in questo drammatico frangente che tanto penalizza le vostre Aziende.
Quando il vascello affronta una terribile tempesta, chi lo governa, riduce le vele, butta a mare tutti i pesi non indispensabili, pur di salvare il galleggiamento dello scafo! È questa una regola che, come imprenditori, voi ben conoscete!
Vi esortiamo quindi di applicarla oggi anche nei confronti della vostra Associazione alleggerendo il più possibile la struttura e sopperendovi, ove indispensabile, con un vostro contributo volontario di tempo, di esperienza e di …….. passione. Questo impegno personale, se equamente distribuito, non danneggerà ulteriormente le vostre singole imprese ma, come il passato conferma, potrà garantire una solida base di sopravvivenza, anche economica, alla vostra istituzione rappresentativa che così continuerà a tutelarvi in ogni frangente futuro.
Auspichiamo che questo nostro appello venga recepito dalla maggioranza di Voi in virtù di quell’orgoglio di appartenenza che ci è stato di valida guida nell’assolvimento di tutti quegli incarichi associativi affidatici dai Vostri predecessori in un non lontano passato.


Franco Rovelli
Presidente Assobeton 1992-1995
Presidente Onorario Assobeton dal 2006

Marcello Lavizzari
Presidente Assobeton 1995-2001
Presidente BIBM 1996 - 1999