Nuova Sabatini: riaperto lo sportello con altri 480 milioni. Le indicazioni complete per presentare le domande

Matteo Peppucci - Collaboratore INGENIO 09/02/2019 1351

Riaperti gli sportelli online della Nuova Sabatini: la misura è destinata alle micro, piccole e medie imprese che intendono investire in beni strumentali

Nuova Sabatini: ufficialmente riaperto lo sportello per le domande

E' stato riaperto, dal 7 febbraio 2019, lo sportello online per la presentazione delle domande per accedere agli incentivi della Nuova Sabatini (misura introdotta nel 2013), che prevede lo stanziamento di 480 milioni di euro.

Nuova Sabatini: a chi è destinata

La misura è destinata alle micro, piccole e medie imprese che intendono investire in beni strumentali. Ad esclusione di terreni e fabbricati, sono ammissibili gli investimenti per l’acquisto, anche in leasing, di impianti, macchinari, attrezzature industriali, attrezzature commerciali, hardware, software e tecnologie digitali compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D e radio frequency identification.

Nuova Sabatini: le agevolazioni

Le agevolazioni consistono, da una parte, nell’accesso al Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese a sostegno dei finanziamenti forniti da banche e intermediari finanziari (fino all’80% dell’ammontare dell’investimento), nonché di un contributo da parte del Ministero dello Sviluppo Economico rapportato agli interessi sui predetti finanziamenti.

L’investimento, in particolare, può essere interamente coperto dal finanziamento bancario (o leasing). Per rientrare nell’agevolazione il finanziamento deve essere di durata non superiore a 5 anni, di importo compreso tra 20.000 Euro e 2 milioni di Euro e interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili.

Con la riapertura dello sportello è disposto contestualmente l’accoglimento delle prenotazioni pervenute nel mese di dicembre 2018 e non soddisfatte per insufficienza delle risorse disponibili.

La presentazione della domanda

La PMI presenta alla banca o all’intermediario finanziario, unitamente alla richiesta di finanziamento, la domanda di accesso al contributo ministeriale, attestando il possesso dei requisiti e l'aderenza degli investimenti alle previsioni di legge. Le modalità di presentazione della domanda di accesso al contributo sono descritte nella sezione Beni strumentali ("Nuova Sabatini") - Presentazione domande.

Per tutti i dettagli, vai all'approfondimento completo di Ingenio sulla Nuova Sabatini!