La nuova norma UNI 11733: definizione dei file XML per apparecchi di illuminazione e le lampade

uni-11733-peretti-01.jpg 
Illuminazione di interni. Fonte: Fibretec srl

La norma UNI 11733:2019 Luce e illuminazione - Specifiche per un formato di interscambio dati fotometrici e spettrometrici degli apparecchi di illuminazione e delle lampade, specifica il contenuto e il formato di interscambio, in linguaggio XML, per il trasferimento di dati fotometrici, colorimetrici, spettrometrici e di consumo energetico degli apparecchi di illuminazione, delle lampade e dei moduli LED.

Il formato di interscambio può contenere anche i dati richiesti dai Criteri ambientali Minimi (DM 27/09/2017) descritti nella parte conclusiva dell’articolo.

Apparecchi di illuminazione e lampade: i contenuti della norma UNI 11733:2019

La norma è composta da quattro capitoli e due appendici così suddivisi:

  • Capitolo 1: scopo e campo di applicazione
  • Capitolo 2: riferimenti normativi
  • Capitolo 3: Termini e definizioni
  • Capitolo 4: Schema XML per i dati fotometrici e spettrometrici degli apparecchi di illuminazione e delle lampade

La norma è stata implementata dal GL7 della UNI/CT023 lavorando in stretta collaborazione con il gruppo di lavoro IESNA responsabile della realizzazione del Technical Memorandum TM-33, pubblicato nei giorni scorsi e disponibile al link: https://www.ies.org/product/standard-format-for-the-electronic-transfer-of-luminaire-optical-data/

È dunque possibile affermare che un file fotometrico realizzato seguendo la specifica italiana è pienamente compatibile col file d’interscambio realizzato sulle specifiche TM-33, e viceversa.

I riferimenti normativi contenuti nel testo della UNI 11733:2019

I riferimenti normativi riportati nel testo sono i seguenti:

  • UNI EN 13032-1 Luce e illuminazione - Misurazione e presentazione dei dati fotometrici di lampade e apparecchi di illuminazione - Parte 1: Misurazione e formato di file;
  • UNI EN 13201-2 Illuminazione stradale - Parte 2: Requisiti prestazionali;
  • UNI EN 13032-2 Luce e illuminazione - Misurazione e presentazione dei dati fotometrici di lampade e apparecchi di illuminazione - Parte 2: Presentazione dei dati per posti di lavoro in interno e in esterno;
  • UNI EN 13032-3 Luce e illuminazione - Misurazione e presentazione dei dati fotometrici di lampade e apparecchi di illuminazione - Parte 3: Presentazione dei dati per l'illuminazione di emergenza dei luoghi di lavoro;
  • UNI EN 13032-4 Luce e illuminazione - Misurazione e presentazione dei dati fotometrici delle lampade e apparecchi di illuminazione - Parte 4: Lampade a LED, moduli e apparecchi di illuminazione;
  • CIE 13.3 Method of Measuring and Specifying Colour Rendering Properties of Light Sources.

L’ultimo documento dal titolo “Measuring and Specifying Colour Rendering Properties of Light Sources” datato 1993 è stato scritto dalla CIE - Commission Internationale d'Eclairage, un’organizzazione non-profit di carattere tecnico, scientifico e culturale impegnata a livello internazionale per la cooperazione e la condivisione di informazioni relative alle svariate problematiche del mondo dell’illuminazione.

UNI 11733:2019, lo schema XML per i dati fotometrici e spettrometrici degli apparecchi dl illuminazione e delle lampade

Oggetto della norma è la definizione dei contenuti dello schema XML per i dati fotometrici e spettrometrici degli apparecchi dl illuminazione e delle lampade.

Il documento XML è suddiviso in sei sezioni (come rappresentato in Figura 1):

  1. elemento obbligatorio version: identifica la versione dello schema XML;
  2. elemento obbligatorio Header: contiene le informazioni generiche sull'apparecchio d'illuminazione;
  3. elemento facoltativo Luminaire: contiene informazioni sulle dimensioni dell'apparecchio, sulle aree di emissione ed il numero degli emettitori;
  4. elemento facoltativo Equipment: contiene informazioni sull'apparecchiatura di misura utilizzata per eseguire le misurazioni ottiche;
  5. elemento obbligatorio Emitter: contiene informazioni sugli emettitori, tra cui informazioni generiche, dati di distribuzione dell'intensità e dati di distribuzione della potenza spettrale;
  6. elemento facoltativo customData: contiene informazioni specifiche per una particolare applicazione, come, per esempio, i criteri ambientali minimi – CAM (descritti di seguito nel presente articolo).

uni-11733-peretti-02.jpg Figura 1. Suddivisione elementi del file XML

Esempi di informazioni riportate nell’elemento Header sono il nominativo del fabbricante, il GTIN (Global Trade Item Number della sorgente luminosa), la data del rapporto, la data di creazione del documento e chi lo ha compilato. Alcuni dati sono obbligatori (come ad esempio la descrizione, il nominativo del laboratorio che ha eseguito le misurazioni dei dati, il numero e la data del rapporto) mente altri sono invece facoltativi. 

Il terzo elemento, Luminaire, riporta i dati dell’apparecchio quali le dimensioni, la forma e il numero di emettitori.

Il quarto elemento, Equipment, riporta i dati relativi ad alcune apparecchiature di misura. In particolare sono descritte le caratteristiche del gonioradiometro (per la misura dei dati goniofotometrici), della sfera integratrice (per misurare il flusso totale emesso da una sorgente luminosa) e dello spettroradiometro.

Continua la lettura dell'articolo nel file PDF allegato