Sfondellamento dei solai: come si manifesta e come intervenire

SICURTECTO 06/03/2019 3401

I sistemi di Sicurtecto srl per certificare la messa in sicurezza dei solai

Il solaio è tra gli elementi più critici negli edifici. Lo indica l’Osservatorio solai 2018, la ricerca che raccoglie e analizza i casi di cronaca riguardanti le vulnerabilità del costruito in Italia. In particolare, dai dati risulta che lo sfondellamento è il rischio maggiormente diffuso: il 95% dei casi legati ai solai riguarda problemi di sfondellamento o distacco di intonaco.

Sfondellamento: di cosa si tratta

Con il termine sfondellamento si intende il distacco e la successiva caduta della parte inferiore dei blocchi di alleggerimento. Un fenomeno tipico dei solai in laterocemento, in cui le pignatte – i blocchi inseriti nel getto di calcestruzzo per ottenere l’alleggerimento delle solette – vengono sollecitate al punto di rompersi nella parte inferiore e distaccarsi dal resto del solaio. Oggi questo termine comprende anche altri fenomeni, tra cui distacchi di intonaco, di strutture continue in arelle o di rete intonacata, ovvero il distacco di tutte le componenti non strutturali che compongono lo strato di finitura dell’intradosso del solaio.

sfondellamento-fenomeno.jpg

Il fenomeno dello sfondellamento.

Lo sfondellamento è un fenomeno che per anni è stato trascurato, in quanto non danneggia le componenti strutturali dell’impalcato e non ne compromette la stabilità. Nella realtà, può diventare estremamente pericoloso per le persone, in quanto il peso del materiale che si stacca e cede in uno sfondellamento può raggiungere pesi consistenti: lo sfondellamento di 1mq di solaio può provocare il distacco di 75 kg di materiale.

I rischi e la diffusione dello sfondellamento rendono prioritaria l’attenzione verso questo fenomeno. Sapere se nel solaio si è innescato lo sfondellamento e mettere in sicurezza con soluzioni certificate è l’unica strada per proteggere le persone da distacchi, evitare danni agli ambienti e tutelare il lavoro dei tecnici. 

L'evoluzione dello sfondellamento e i segnali di allarme

Lo sfondellamento culmina con un crollo improvviso, ma non è un fenomeno inaspettato; segue infatti uno sviluppo composto da 2 fasi ben distinte: innesco ed evoluzione. Durante la fase di innesco sul solaio non si manifestano segnali evidenti. È nella fase successiva - l’evoluzione - che possono emergere i segnali di allarme di uno sfondellamento, ma questa fase, purtroppo può essere molto breve e più i segnali si rendono visibili più il periodo che divide dal crollo diminuisce.

sfondellamento-evoluzione.jpg

L’evoluzione dello sfondellamento

Nella fase evolutiva dello sfondellamento possono manifestarsi segnali di allarme, tra i più comuni figurano:

  • Macchie di umidità: Macchie di umidità e muffe sono segnali evidenti di infiltrazioni che hanno raggiunto e stanno danneggiando le pignatte.
  • Quadri fessurativi: Le fessure, anche a livello di intonaco, segnalano movimenti e cambiamenti dell’assetto originale del solaio.
  • Avvallamenti e bombature: Gli avvallamenti si manifestano ad uno stadio già avanzato e segnalano porzioni in fase di distacco.
  • Distacchi localizzati: Piccoli distacchi limitati ad un locale sono in realtà un campanello d’allarme che segnala la possibilità di distacchi in tutte le aree della struttura con analoghe caratteristiche costruttive.

Capita inoltre che lo sfondellamento avvenga senza alcun preavviso e si evolva in maniera asintomatica, pertanto escludere il rischio con sicurezza è possibile solo attraverso controlli specifici e periodici del solaio.

Se invece si manifestano uno o più segnali, è fondamentale non trascurarli; può capitare che a volte siano confusi con altre tipologie di degrado, ma se correttamente interpretati permettono ai tecnici di prevedere e quindi prevenire uno sfondellamento.

Soluzioni a secco, certificate e su misura, per garantire una sicurezza efficace

La messa in sicurezza dallo sfondellamento è ormai diventata di primaria importanza per garantire la sicurezza delle persone e l’agibilità degli edifici. Per garantire la protezione definitiva non è sufficiente affidarsi a soluzioni generiche o tampone, ma sono necessarie soluzioni certificate per garantire la protezione da ogni degrado nel tempo e a qualsiasi stadio evolutivo dello sfondellamento. Allo stesso tempo bisogna andare incontro alle esigenze della committenza ed evitare interventi onerosi: occorre quindi scegliere una soluzione certificata, ma accessibile, che agevoli la protezione dei solai.

SICURTECTO® e PRETECTO® sono le soluzioni a secco e certificate che garantiscono la massima sicurezza

Da 30 anni Sicurtecto Srl approfondisce le problematiche dei solai. Studi scientifici, ricerca continua ed esperienza sul campo hanno consentito all’azienda di sviluppare soluzioni a secco e certificate per la messa in sicurezza dei solai:

sicurtecto-logo-piccolo.JPGSICURTECTO® è il sistema antisfondellamento che risolve e previene i problemi non strutturali del solaio quali sfondellamento e distacco di intonaco.



 

pretecto-logo-piccolo.JPGPRETECTO® è il controsolaio che protegge da antisfondellamento, ma svolge anche una funzione di miglioramento del comportamento strutturale del solaio.


Doppia certificazione

L’antisfondellamento SICURTECTO® e il controsolaio PRETECTO® sono gli unici sistemi per la messa in sicurezza dei solai che dispongono di doppia certificazione: Il certificato del Politecnico di Milano, ottenuto in seguito a rigidi test di laboratorio, garantisce la capacità portante dei sistemi; Il certificato di Posa in Opera viene invece rilasciato a seguito di ogni intervento dopo aver testato l’effettiva efficacia dell’installazione.

Sistemi a secco

SICURTECTO® e PRETECTO® sono soluzioni pratiche per favorire la prevenzione. Adottano una speciale tecnologia a secco che consente di contenere tempi, invasività e costi dell’intervento senza andare a discapito della sicurezza.

Progettazione su misura

Per garantire le massime prestazioni di sicurezza, gli interventi con SICURTECTO® e PRETECTO® vengono di volta in volta progettati su misura considerando un coefficiente di sicurezza 2.5. Questo significa che, per ogni intervento, viene valutato il rischio sfondellamento del solaio e prevista una applicazione in modo da contenere crolli superiori al doppio del possibile rischio.

Per personalizzare ulteriormente la messa in sicurezza, sono state studiate diverse versioni dei sistemi, con prestazioni in grado di rispondere alle esigenze di ogni ambiente, alle richieste della normativa e alla destinazione d’uso di ogni edificio.

Soluzioni assicurate

Oltre a proteggere chi vive gli edifici, i sistemi SICURTECTO® e PRETECTO® garantiscono la massima tutela anche di chi prende decisioni sulla manutenzione degli edifici, grazie alla possibilità di avere un’assicurazione postuma decennale e la Polizza RC Prodotto.

Per ulteriori informazioni sui sistemi SICURTECTO® e PRETECTO® è disponibile la documentazione gratuita di Sicurtecto srl.


Sicurtecto srl da oltre 30 si impegna nello studio e nella ricerca delle patologie legate ai solai, con particolare attenzione al fenomeno dello sfondellamento. Collabora da sempre con il Politecnico di Milano per poter approfondire al meglio lo sfondellamento e studiare nuove tecnologie per la messa in sicurezza. Grazie alle competenze acquisite, è ha sviluppato i sistemi antisfondellamento e di miglioramento strutturale in grado di garantire la massima sicurezza, e al tempo stesso rendere gli interventi agevoli.
Punto di riferimento anche per la formazione e la ricerca, Sicurtecto Srl organizza convegni e cura pubblicazioni sui fenomeni che riguardano i solai in laterocemento.