Verifiche di vulnerabilità sismica: tutti i nuovi bandi BIM del Demanio pubblico

Bandi BIM, eppure si muove: attive le gare per la verifica della vulnerabilità e la riqualificazione sismica di immobili pubblici in Basilicata e Puglia. Tutti i dettagli

Bandi in BIM per verifiche sismiche: le ultimissime

Dopo i 24 bandi in 15 regioni italiane pubblicati nel 2018, arrivano altre gare BIM 'sponsorizzate' dal Demanio pubblico (Agenzia del Demanio), che punta forte su questa modalità per l'affidamento dei lavori di riduzione del rischio sismico degli immobili dello Stato.

Nello specifico, i bandi riguardano le indagini di vulnerabilità sismica ed energetica (audit), i progetti di fattibilità tecnico ed economica (PFTE) e la riqualificazione sismica.

Puglia: via con le diagnosi sismiche. Scadenza 8 aprile 2019

Il bando del Demanio in Puglia riguarda l'affidamento del servizio di verifica della vulnerabilità sismica, diagnosi energetica, rilievo geometrico, architettonico, tecnologico ed impiantistico da restituire in modalità BIM, e progettazione di fattibilità tecnico-economica (sempre in BIM).
 
In particolare, la gara riguarda 21 immobili (tra caserme e commissariati) in provincia di Foggia, tre in provincia di Barletta Andria Trani e uno a Lecce.
 
Il bando, diviso in cinque lotti (dal valore compreso tra 207 e 605mila euro) per un importo complessivo di 2,075 milioni, scade il prossimo 8 aprile 2019.

Antisismica: il bando della Basilicata

Il nuovo bando di gara BIM in Basilicata riguarda invece la verifica sismica di 37 edifici suddivisi in quattro lotti, situati nelle zone sismiche 1 e 2, quelle a più elevato rischio sismico. Il bando prevede che il servizio di verifica della vulnerabilità sismica, diagnosi energetica, rilievo geometrico, architettonico, tecnologico ed impiantistico e progettazione di fattibilità tecnico-economica, sia da restituire in modalità BIM.
 
La gara, che si svolge in modalità telematica, ha una base d’asta di 2.080.353,71 euro ed è rivolta a professionisti del settore che potranno presentare la propria offerta per massimo due lotti, entro le ore 12 del 28 marzo 2019. Il criterio di aggiudicazione è l’offerta economicamente più vantaggiosa.
 
Dei 37 edifici oggetto del bando 28 sono situati nella provincia di Potenza (tra i quali il Centro di selezione equestre di Atella, il Museo archelogico di Grumento Nova, la caserma dei Vigili del Fuoco di Melfi e quella dei Carabinieri di Rionero in Vulture) e 9 nella provincia di Matera, tra i quali la sede della Polizia stradale di Policoro.