Presentato il 5° Convegno Nazionale SI&A 2019 Sismabonus. Bari 28 marzo

conferenza-sismabonus.jpg

“SISMABONUS – RILANCIARE IL MONDO DELLE COSTRUZIONI. RIGENERARE E RECUPERARE LE PERIFERIE”, se ne discute a BARI il 28 Marzo.

Si è svolta il 7 marzo 2019 a Roma presso la Camera dei Deputati la conferenza stampa di presentazione del 5° Convegno Nazionale SI&A 2019 “Sismabonus – Rilanciare il mondo delle costruzioni, Rigenerare e Recuperare le periferie”.

Il Convegno, organizzato dalla Scuola di Ingegneria & Architettura, si terrà a Bari, giovedì 28 marzo a partire dalle 14:30, presso il Nicolaus Hotel. Verranno trattate le tematiche inerenti il Sismabonus, ai fini di una diffusione sempre maggiore delle opportunità di miglioramento della sicurezza strutturale degli immobili, con detrazioni fiscali fino all’85%.

Perche parlare di Sismabonus

I dati pubblicati dall’ultimo Rapporto Casa Italia trasmettono una forte “scossa”: sono circa 566.000 gli edifici costruiti prima del 1971 sul territorio nazionale con una potenziale vulnerabilità sismica. A tal proposito, la definizione della natura del rischio e la sua misurazione, da considerare al momento della concessione di incentivi ai privati, si configurano come tematiche di fondamentale importanza, che verranno affrontate durante il Convegno, ai fini di promuovere gli strumenti tecnico-economici inerenti la realizzazione di interventi per la messa in sicurezza del patrimonio esistente.

In occasione della conferenza stampa, introdotta dalla Vicepresidente della VIII Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio On. le Patrizia Terzoni, sono stati sottolineati aspetti cruciali in merito all’importanza della prevenzione del rischio strutturale e della connessa ripresa dell’economia, quali obiettivi da perseguire dalla politica e condivisi dalle parti sociali.

“Finalmente è in campo uno strumento che può realmente incentivare la messa in sicurezza degli edifici e la rigenerazione urbana, per di più dando respiro al settore delle costruzioni senza alimentare il consumo di suolo” esordisce Patrizia Terzoni, che aggiunge: “Dobbiamo far passare il messaggio che questo sforzo è in realtà un importante investimento sul futuro e sulla sicurezza delle persone. Un momento di riflessione pubblica con policy maker e addetti ai lavori, come il convegno del 28 marzo a Bari, è importante sia in chiave informativa per i cittadini sia in chiave di orientamento del decisore politico”.

 Il Sismabonus rappresenta un’occasione unica e da non perdere - evidenzia il presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Donato Carleaper intervenire sul più importante asset del nostro Paese: il patrimonio storico, culturale, turistico ed infrastrutturale. Per il suo miglioramento e adeguamento sismico”.

In questa prospettiva, il “Sismabonus” si pone come strumento fondamentale: sono incentivati gli interventi volti a migliorare la capacità anti-sismica degli edifici, riducendone la vulnerabilità. I benefici previsti sono estesi anche ad aree geografiche inizialmente escluse e a immobili residenziali diversi dall’abitazione principale, per garantire una maggiore applicabilità del provvedimento con lo scopo di perseguire la messa in sicurezza di un’ampia fetta del patrimonio immobiliare nazionale.

La misura incentivante prevede detrazioni dal 50 all’85% sul costo di interventi ai fini dell’adeguamento antisismico. Tuttavia emerge una poco diffusa consapevolezza e conoscenza da parte dei professionisti e dei proprietari di immobili della potenzialità di tale strumento; il 5° Convegno Nazionale SI&A 2019 sarà un’occasione fondamentale per discutere sul tema e sulle enormi possibilità offerte dal Sismabonus, rivolgendosi a tutti gli attori coinvolti nel processo e ai comuni cittadini.

“La diffusione del Sismabonus – afferma Gianluca Ievolella, già componente del CSLLPP e neo Provveditore Interregionale Opere Pubbliche Sicilia e Calabria - produce benefici effetti moltiplicatori sull’economia delle imprese e quindi sull’economia in generale, oltre ovviamente a contribuire, in via prioritaria, alla messa in sicurezza delle abitazioni dei cittadini”.

“Il Sismabonus ha ricordato inoltre Amedeo Vitone, presidente di SI&A – costituisce un efficace strumento per tre importanti obiettivi: mitigare il rischio strutturale degli edifici, concorrere alla rigenerazione delle periferie urbane e rilanciare l’economia alimentando il mondo delle costruzioni”.

Roberto Lorusso, coordinatore del Convegno e vicepresidente di SI&A, ha sottolineato l’importanza di discutere in tale occasione di una tematica di grande spessore in presenza, tra gli illustri relatori, del ministro Toninelli e del Presidente Carlea, affermando che “durante il convegno potranno emergere anche nuove proposte di ampliamento della portata del Sismabonus. L’agevolazione, che consiste in una detrazione Irpef sino al 85% del prezzo di vendita di case antisismiche site nei comuni della zona a rischio sismico 1, cedute dalle imprese di costruzione e derivanti da interventi di demolizione e ricostruzione anche con variazione volumetrica, potrebbe essere estesa alle zone a rischio sismico 2 e 3. Ciò contribuirà ad innescare un formidabile circolo virtuoso e nel contempo a fare passi da gigante”.

Il 5° Convegno Nazionale SI&A 2019, del prossimo 28 marzo a Bari, con la partecipazione del presidente di SI&A Amedeo Vitone, vedrà dunque l’intervento del Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Danilo Toninelli. Il Coordinatore del convegno e vicepresidente di SI&A Roberto Lorusso avvierà i lavori, durante i quali si susseguiranno le relazioni del presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Donato Carlea, del presidente nazionale di ANCE Gabriele Buia, del docente dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” Edoardo Cosenza, del membro del CEN (Comitato Europeo di Normazione) e docente di SI&A Fabrizio Palmisano. Interverranno anche Emanuele Renzo, coordinatore del Servizio Tecnico Centrale del CSLLPP, Antonio Lucchese, componente del Servizio Tecnico Centrale del CSLLPP, Gianluca Ievolella, già componente del CSLLPP e neo Provveditore Interregionale Opere Pubbliche Sicilia e Calabria e Lidia Tulipano della C2R Energy Consulting, spin-off del Politecnico di Torino.

Come partecipare

La partecipazione al convegno è gratuita, previa iscrizione e prevede crediti formativi per Ingegneri, Architetti, Pianificatori, Paesaggisti Conservatori, Geometri e Avvocati.