Veneto: 500 mila euro per la rottamazione di stufe

legna-700.jpg

Bando per la rottamazione di apparecchi per il riscaldamento domestico

È stato pubblicato, con la Deliberazione di Giunta Regionale n. 126 del 12/02/2019, il bando per la concessione di contributi finalizzati alla rottamazione di apparecchi per il riscaldamento domestico con potenza inferiore o uguale a 35kW, alimentati a biomasse, tecnologicamente non in linea con gli standard europei e da sostituire con impianti a basse emissioni in atmosfera e ad alta efficienza energetica. 

Chi potrà beneficiare

I beneficiari del bando sono sia i privati cittadini proprietari dell’abitazione, che i locatari di abitazioni, con contratto di locazione regolarmente registrato, ove avviene l’installazione dell’apparecchio.

Cosa si può rottamare

Il bando prevede la concessione di contributi per le seguenti due misure:

- Misura “A” - sostituzione del preesistente generatore a biomassa con l'acquisto di stufe, termostufe, inserti, cucine e termocucine a pellet (UNI EN 14785), stufe e termostufe a legna (UNI EN 13240), cucine e termo cucine a legna (UNI EN 12815), inserti a legna (UNI EN 13229), stufe ad accumulo alimentate a biomassa legnosa (UNI EN 15250);

- Misura “B” - rottamazione del vecchio generatore e l’acquisto di caldaie di potenza al focolare inferiore o uguale a 35 kW (UNI EN 303-5:2012).

Scadenza del bando

Il termine finale per la presentazione dell’istanza di contributo è fissato al 30 Aprile 2019

Indispensabile per accedere al bando non beneficiare o aver beneficiato del Conto Termico; inoltre non verranno ammesse istanze di richiedenti con reddito imponibile superiore a 75.000 euro.