Ecosistemi Digitali e Risorse Culturali, esperienze e testimonianze a confronto

Redazione INGENIO 15/03/2019 635

Il ruolo delle discipline di rilievo e della rappresentazione nello sviluppo di un eco-sistema digitale del patrimonio culturale

La UID (Unione Italiana Disegno) partecipa alle “Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale”, che si terranno il 28, 29 e 30 marzo 2019 presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, portando esperienze e testimonianze sul nuovo ruolo delle discipline del rilievo e della rappresentazione in rapporto alle risorse culturali digitali, sempre più diffuse e disponibili.

Giovedì 28 marzo si terrà il convegno “Lo sviluppo di un eco-sistema digitale del patrimonio culturale. Metodologie e tecnologie per la realizzazione di piattaforme abilitanti per la conoscenza, documentazione, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale”.

Tra i contributi che verranno presentati in occasione del convegno, l’esperienza del Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura, Sapienza Università di Roma, portata da Carlo Bianchini, Andrea Casale, Tommaso Empler, Daniela Esposito, Carlo Inglese, Elena Ippoliti, Alfonso Ippolito, Luca Ribichini, Graziano Valenti, Alessandro Viscogliosi, è incentrato sui nuovi modelli di interazione tra le Risorse Culturali Digitali e gli utenti.

Risorse Culturali Digitali (RCD) per la conservazione e la gestione dei beni storico-architettonici

La rivoluzione digitale ha cambiato radicalmente le nostre abitudini, comportamenti e aspettative. Le capillari connessioni e le opportunità di scambio innescati dalle reti e piattaforme digitali stanno profondamente influenzando il modo in cui le Risorse Culturali vengono cercate, trovate, analizzate, elaborate e addirittura create. In questo scenario, se da un lato le collezioni tradizionali (archivi, gallerie d'arte, biblioteche, raccolte scientifiche, musei, etc.) tendono a divenire sempre più diffusamente disponibili, dall’altro fonti informative inedite e a volte inaspettate (social network, repositories, cloud storage, crowdsourcing, etc.) stanno apportando contributi non più trascurabili. Possiamo ora entrare in contatto e dialogare con il nostro Patrimonio Culturale (nostra memoria e identità) mediante strumenti che ci consentono di apprezzare non solo il passato, ma anche gli scenari presenti e i loro possibili sviluppi futuri. Un problema, questo, che induce riflessioni profonde sul ruolo che le Risorse Culturali Digitali (RCD) possono rivestire sia in termini di conservazione dell’identità dei luoghi e delle comunità ma soprattutto come strumento anche operativo orientato ad una gestione del patrimonio costruito il più possibile rispettosa di tali valori.

Strutturare le informazioni: esempio di modello informativo Strutturare le informazioni: esempio di modello informativo (Dsdra, Sapienza - Università di Roma)

Per questo è necessario sviluppare nuovi modelli di interazione più orientati verso i diversi stakeholders e end-users oltre che ad ambienti digitali in cui gli aspetti materiali e immateriali dei singoli beni possano convivere e venir apprezzati. Poiché le tecnologie per l’archiviazione, la visualizzazione, la comunicazione e l’interazione appaiono ormai ben affermate e mature, si tratta di mettere a punto, prevalentemente, una struttura concettuale e comunicativa capace migliorare sia l’interazione dati/utente che quella utente/utente.

Tutto questo sembra oggi confluire nella definizione di ecosistema digitale.

Ninfeo di Egeria, Roma, nuvola di punti e termografia (Dsdra, Sapienza - Università di Roma) Ninfeo di Egeria, Roma, nuvola di punti e termografia (Dsdra, Sapienza - Università di Roma)


Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale – Ferrara 28-29-30 marzo 2019
XXVI Salone Internazionale del Restauro, dei Musei e delle Imprese Culturali

giornate-restauro-ferrara.jpg

Convegno

Lo sviluppo di un eco-sistema digitale del patrimonio culturale.
Metodologie e tecnologie per la realizzazione di piattaforme abilitanti per la conoscenza, documentazione, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Organizzato da: DIAPReM/TekneHub, Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara – UID Unione Italiana Disegno

 

Giovedì 28 marzo 2019

Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara

Palazzo Tassoni Estense | via della Ghiara 36

14.30 – 17.30

>>> QUI il PROGRAMMA delle Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale