L'isolamento acustico "sottomassetto"

Perché è importante parlare di sistema quando ci si riferisce all’isolamento acustico del pavimento?

Oggi il concetto di sistema deve essere alla base di ogni considerazione in tema di costruzione, sia nel nuovo che nella ristrutturazione.

Quando si parla di isolamento acustico non si deve far riferimento solo all’isolante acustico, ma bisogna parlare di un sistema acustico all’interno del quale ogni elemento della struttura deve interagire con gli altri elementi presenti, collaborando per il raggiungimento della prestazione desiderata.

Per la realizzazione in opera di un sistema acustico ottimale è necessario:

  • Realizzare una corretta progettazione;
  • Scegliere il materiale isolante adatto;
  • Eseguire una posa in opera a regola d’arte.

Quando si progetta una struttura bisogna farlo in base ai materiali da utilizzare e alle prestazioni che si desidera ottenere: per questo motivo si dovrà scegliere l’isolante acustico più adatto ad esaltare le prestazioni del sistema e a soddisfare l’esigenza della committenza. 

Le soluzioni acustiche per massetti tradizionali

Ancora oggi la tecnica costruttiva più utilizzata soprattutto in fase di nuova costruzione e di ristrutturazione pari al nuovo è quella massetto flottante o galleggiante. Questa tecnica consiste nel disaccoppiare il solaio portante dal pavimento calpestabile attraverso l’utilizzo di uno strato di materiale elastico posto al di sotto del massetto di supporto alla pavimentazione e lungo perimetro del locale. L’inserimento dello strato resiliente crea una “vasca” di contenimento del massetto di supporto, in cui questo è libero di galleggiare e dove non risulta vincolato rigidamente alle strutture laterali. In questo modo si crea un sistema oscillante che assorbe e dissipa l’energia provocata dall’impatto: è un sistema comunemente detto “massa – molla – massa” in cui il la massa superiore è costituita dal massetto di supporto, la molla è rappresentata dal materiale acustico e la massa inferiore dal solaio strutturale (con l’eventuale massetto di alleggerimento). Il rumore tende a dissiparsi in questa tipologia di sistema, esaurendosi prima di propagarsi libera nella struttura.

Strutture bistrato

Le strutture bistrato rappresentano la tecnologia costruttiva più prestazionale in termini di isolamento al calpestio: esse permettono di escludere dal massetto galleggiante le tubazioni impiantistiche, che, passando tra locali adiacenti, possono costituire un ponte per la trasmissione del rumore. Gli impianti vengono posati all’estradosso del solaio strutturale, idoneamente fasciati con materiale resiliente e quindi annegati nel getto di calcestruzzo alleggerito, che ha la duplice funzione di aumentare la massa della struttura (aumentandone il potere fonoisolante) e di livellare il sottofondo preparandolo per la posa del materassino anticalpestio. Dopo aver posizionato e sigillato adeguatamente il materiale resiliente e la fascia perimetrale, realizzando una perfetta “vasca” a tenuta, si procederà con il posizionamento dell’impianto per riscaldamento radiante (se previsto), con il getto del massetto di supporto, di adeguato spessore, e quindi con la posa della pavimentazione. Solo allora sarà possibile rifilare la fascia perimetrale e, in caso di battiscopa ceramico, posizionare la fascia battiscopa per poi realizzare lo zoccolino.

Isolamento acustico sotto massetto, struttura bistrato 
Isolamento acustico sottomassetto, struttura bistrato

Strutture monostrato

Qualora non sia possibile procedere alla realizzazione di un sottofondo bistrato (tipicamente per problematiche di quote o di risanamento), è comunque possibile creare il massetto galleggiante in soluzione monostrato. In questo caso il materiale resiliente viene posato direttamente sulla cappa in calcestruzzo armato del solaio, per poi gettare il massetto di supporto e realizzare così il massetto galleggiante. Nel caso in cui le tubazioni impiantistiche siano contenute nel massetto, il materiale anticalpestio andrà posizionato prima della posa degli impianti stessi, e dovranno essere prese precauzioni particolari per le operazioni successive. La posa degli impianti sottopone infatti il materassino a numerosi rischi di lacerazione dovuti alle molteplici lavorazioni che avvengono durante e dopo la posa dello stesso.

Isolamento acustico sottomassetto, struttura monostrato 
Isolamento acustico sottomassetto, struttura monostrato

Strutture con riscaldamento a pavimento

L’isolamento acustico dei solai con sistemi di riscaldamento o raffrescamento a pavimento è un’applicazione che merita grande attenzione. Il sistema, che prevede la posa del pannello per l’isolamento termico e della serpentina per la conduzione dell’acqua di riscaldamento, non garantisce automaticamente anche l’isolamento acustico. Il pannello utilizzato nel sistema di riscaldamento e raffrescamento non ha quasi mai infatti la rigidità dinamica necessaria e sufficiente per garantire un isolamento acustico a norma di legge, e allo stesso tempo il materassino acustico deve possedere delle caratteristiche specifiche di resistenza termica. Il materassino acustico va posato al di sotto del pannello del sistema di riscaldamento e raffrescamento per garantire l’attenuazione ai rumori impattivi e creare la “vasca galleggiante” per il massetto di pavimentazione, dando continuità al materiale isolante sullo strato orizzontale e sui muri grazie all’applicazione della fascia perimetrale.

Isolamento acustico sottomassetto, struttura con riscaldamento a pavimento 
Isolamento acustico sottomassetto, struttura con riscaldamento a pavimento

Le soluzioni acustiche per massetti a secco

La realizzazione di massetti “a secco” offre notevoli vantaggi rispetto alle tecnologie tradizionali. I massetti a secco si caratterizzano per la leggerezza dei materiali impiegati, per la facilità e la rapidità di posa (in cantiere si eliminano i tempi morti necessari per l’asciugatura dei massetti gettati), per la maggiore stabilità nel tempo. Inoltre la tipologia dei materiali e le modalità di posa permettono di raggiungere, a parità di spessore, isolamenti acustici superiori rispetto alle soluzioni tradizionali. Tale tecnologia trova applicazione naturale in strutture in legno, e in tutti gli interventi di risanamento - ad esempio in edifici storici - dove siano richiesti carichi e interventi poco invasivi. L’adeguamento acustico e termico di solai esistenti infatti è una pratica sempre più richiesta negli interventi di riqualificazione e ristrutturazione edilizia. Il modo più semplice per incrementare le prestazioni di isolamento dai rumori da calpestio è quello di sovrapporre sul solaio esistente dei “sistemi multistrato”, cioè soluzioni in basso spessore posate a secco, composte da uno strato resiliente e da un pannello rigido su cui è possibile realizzare direttamente la pavimentazione.

Isolamento acustico sottomassetto, struttura a secco 
Isolamento acustico sottomassetto, struttura a secco

Le soluzioni acustiche per massetti innovativi a basso spessore

Uno dei problemi più frequenti che si trovano ad affrontare progettisti e applicatori è la mancanza di spessori. Oggi, sia nel mercato della ristrutturazione che nella nuova costruzione è sempre più richiesta un tipo di progettazione “sottile”: la richiesta maggiore è quella di avere strutture tecnologicamente avanzate, complete e altamente prestazionali, ma con la necessità di lavorare in pochissimi centimetri. In questo contesto un buon isolante acustico ha il compito fondamentale di integrarsi all’interno della struttura ottimizzando l’efficienza degli elementi e garantendo livelli di isolamento acustico a norma di legge.

... la lettura continua nel PDF allegato

>>> Per maggiori informazioni visita www.sistemapavimento.it