Il sistema catastale 2019: lo speciale dell'Agenzia delle Entrate con i servizi per professionisti e cittadini

Speciale Catasto 2019: la pubblicazione del Fisco, a cadenza annuale, offre una sintesi dei contenuti del sistema informativo catastale e del patrimonio cartografico, le caratteristiche e le procedure di aggiornamento delle banche dati, le iniziative progettuali e l’offerta di servizi a cittadini, professionisti e istituzioni

Il sistema catastale 2019: lo speciale dell'Agenzia delle Entrate

Un vero e proprio compendio sul catasto in tutte le sue molteplici sfacettature: è questo, "Il Sistema catastale 2019", versione aggiornata al 31 dicembre 2018, che offre una sintesi dei contenuti del sistema informativo catastale e del patrimonio cartografico, le caratteristiche e le procedure di aggiornamento delle banche dati, le iniziative progettuali e l’offerta di servizi a cittadini, professionisti e istituzioni.

Contestualmente, l'Agenzia delle Entrate ha anche pubblicato il documento "Il sistema della pubblicità immobiliare 2019", anche questo aggiornato al 31 dicembre 2018. Questa pubblicazione, a cadenza annuale, offre una sintesi dei contenuti del sistema di pubblicità giuridica con cui si rendono pubblici e conoscibili gli atti di trasferimento della proprietà o si costituiscono, modificano od estinguono i diritti reali su beni immobili, le relative procedure di aggiornamento dei registri immobiliari e l’offerta di servizi.

I contenuti del sistema informativo catastale

Il sistema informativo catastale è costituito da quattro archivi, differenti per natura (alfanumerica ovvero grafica), ma correlati tra loro:

  • l’archivio cartografico;
  • l’archivio censuario del Catasto Terreni (alfanumerico);
  • l’archivio censuario del Catasto Edilizio Urbano (alfanumerico);
  • l’archivio delle planimetrie degli immobili urbani.

Di recente costituzione sono, inoltre:

  • l’archivio dei fabbricati (in fase di completamento);
  • l’archivio nazionale dei numeri civici delle strade urbane (ANNCSU).

Il modulo inventariale di base del Catasto Terreni è rappresentato dalla particella catastale, definita dalla norma come porzione di terreno continua, ubicata nello stesso Comune, posseduta da uno o più soggetti fisici o giuridici, omogenea per qualità di coltura e grado di produttività (classe).

Il modulo inventariale di base del Catasto Edilizio Urbano è rappresentato dall’unità immobiliare urbana, definita dalla norma come porzione di fabbricato (ad esempio un’abitazione, un negozio, un ufficio, ecc.), intero fabbricato (ad esempio un ospedale, un albergo, ecc.) o un insieme di fabbricati (ad esempio un’industria), ovvero area urbana, suscettibile di autonomia funzionale e reddituale.

L’archivio cartografico catastale

L’archivio cartografico, attraverso le mappe catastali, definisce la forma, la superficie e la posizione sul territorio delle particelle catastali. Specifica finalità della cartografia catastale è, quindi, la rappresentazione dei beni immobili secondo i differenti diritti sugli stessi insistenti, tematismo che, nel panorama delle cartografie ufficiali dello Stato, è presente solo nelle mappe catastali. La mappa catastale è stata formata, di regola, per Comune amministrativo2 e suddivisa in fogli, individuati con un numero progressivo.

SCARICA I DUE DOCUMENTI INTEGRALI IN FORMATO PDF!