BIM: al SAIE se ne parla in modo serio

Il BIM è la più importante novità tecnica di questi ultimi anni - in Italia più recente che in altri Paesi - perchè in grado di trasformare l’operatività dell’intera filiera delle costruzioni riducendo i costi, velocizzando i tempi di realizzazione e favorendo la condivisione delle informazioni tra i diversi attori. La capacità, infatti, di poter mantenere queste informazioni aggiornate e accessibili in un ambiente digitale integrato offre a tutti gli operatori una chiara visione globale del progetto e di aumentare la capacità di gestire le decisioni, con effetti benefici per qualità e redditività dei progetti.
Per questo in alcuni Paesi si sta rendendo obbligatorio l'uso del BIM negli appalti pubblici e vi sono già casi in cui le Banche riconoscono facilities nel caso la costruzione sia realizzata applicando il BIM: la possibilità di poter avere una rappresentazione digitale di ogni tipologia di edificio per sviluppare scelte progettuali, generare documenti di costruzione e produzione, valutare le performance del progetto, pianificare le fasi di realizzazione e stimare i costi consente infatti di dare maggiori garanzie sul rispetto dei tempi e dei costi finali, della qualità finale dell'opera, e quindi anche sul suo valore immobiliare.
INGENIO è stato il primo portale di informazione tecnica a dedicare una rubrica fissa a questo argomento, a seguire i principali eventi e iniziative realizzate in Italia (è anche Media Partner del corso MIP per BIM MANAGER che si realizzerà nei prossimi giorni a Milano), e a dedicare un impegno personale per l’applicazione presso alcuni principali committenti.
Questa è stata la molla che mi ha spinto come Direttore Tecnico di SAIE a voler dedicare all’interno di SAIE un ampio spazio al BIM: con il patrocinio di Building Smart Italia e la direzione scientifica del Prof. Ezio Arlati del Politecnico di Milano SAIE realizzerà quindi una grande area dedicata alla sua applicazione, con il coinvolgimento delle istituzioni, del mondo accademico e professionale, delle Software House e dei produttori di sistemi di monitoraggio e controllo. Hanno già aderito al programma il CNA – Consiglio Nazionale degli Architetti e il CNI – Consiglio Nazionale degli Ingegneri.
Il programma istituzionale prevede un FORUM Istituzionale dal titolo: BIM come strumento di Qualificazione e Spending Review del settore COSTRUZIONI e una Tavola Rotonda dedicata alle Università e alla Formazione (Progettazione digitale BIM tra cultura e industria).

Sono previsti anche alcuni Work Shop che coinvolgono i professionisti e le aziende del settore:
• BIM: il progetto integrato di Architettura e Ingegneria
• System Engineering: BIM nel monitoraggio e controllo attivo degli edifici
• BIM: Tecnologie avanzate di simulazione energetica degli edifici
 

Nell'ambito dei Workshop le aziende espositrici di SAIE potranno chiamare a portare delle testimonianze concrete le Software House e le aziende del settore.
Stiamo inoltre lavorando per organizzare anche due eventi più istituzionali:
• "L’Agenda Digitale nella filiera delle Costruzioni: accedere alle opportunità di vantaggio"
• “Modellazione Digitale di Progetto per la Pubblica Amministrazione"